La guida ai vitigni di Quattrocalici

Savatiano

Il vitigno Savatiano e i suoi vini

savatiano vitigno

Il Savatiano è un vitigno a bacca bianca, autoctono della Grecia, dove viene utilizzato principalmente nel vino Retsina, anche se recentemente si riescono a trovare dei vini Savatiano secchi di buona qualità. Nonostante questo, la maggior parte dei vini prodotti con il Savatiano sono leggeri e creati per venir consumati giovani. Il Savatiano è uno dei vitigni più coltivati ​​in Grecia ed è noto per la sua resistenza alla siccità. Viene soprattutto coltivato nella Grecia centrale, in particolare in Attica, vicino ad Atene. Nel Retsina, la bassa acidità delle sue uve viene a volte compensata mediante l’assemblaggio con uve di Assyrtiko e Rhoditis. Oltre che in Attica, il Savatiano viene coltivato anche in Eubea (a nord di Atene) e in Bulgaria, soprattutto nei dintorni della città di Pomorie, antica colonia greca nota come Anchialos.

Il Savatiano si contraddistingue per la sua resistenza alla siccità e alle malattie, entrambi problemi comuni nelle sue aree di coltivazione, ragione che ne ha determinato il successo da molti secoli a questa parte. Il suo nome deriva probabilmente dalla parola greca usata per “Sabbath“. Le bacche del Savatiano sono generalmente di dimensioni medio-grandi e di colore giallo paglierino. Il suo vino può assumere diverse sfumature di giallo, sempre intense e dai riflessi dorati. Se coltivato con basse rese e vendemmiato precocemente, il Savatiano è in grado di produrre vini secchi intensi, caratterizzati da note agrumate e di fiori bianchi.

Savatiano

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Savatiano non viene coltivato in Italia. La sua origine è in Grecia, ma viene anche coltivato in Grecia. La sua superficie coltivata in Grecia ammonta a 11.000 ha, mentre a livello mondiale supera i .
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Nazione o zona di origineGrecia
Coltivato inGrecia
Superfice vitata nazionale11.000 ha
Savatiano

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Savatiano sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Savatiano ha .

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Savatiano ha .

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Savatiano ha acini Acini molto grandi, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia di media consistenza e di colore verde-gialla.

Savatiano

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Savatiano sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Savatiano è di colore . Al palato è Floreale, intenso, Fresco, Sapido.

Savatiano

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Savatiano le caratteristiche principali sono:
Predilige climaClima secco, Clima ventilato
ProduttivitàProduttività elevata
Resistente aCalore, Siccità

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.