La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Diolinoir e i suoi vini

    Il vitigno Diolinoir è stato creato attorno al 1970 da André Jaquinet a Pully  nel cantone Svizzero di Losanna, incrociando il Rouge de Doilly (noto anche come Robin noir) con il Pinot nero, allo scopo di ottenere un vino di struttura ed intensa colorazione, atto a migliorare gli uvaggi neri dei vini svizzeri. Il Diolinoir è abbastanza comune nella regione Vallese, in Svizzera. In Italia è vitigno autorizzato nella regione Valle d’Aosta e in osservazione per la provincia di Bolzano. Il vitigno Diolinoir ha buona resistenza alle malattie e la sua tendenza a maturare presto lo rende adatto ai climi alpini. Come i suoi precursori, anche il Diolinoir ha buccia di colore blu scuro, che la rende una varietà ideale per la miscelazione. Numerosi produttori stanno riscuotendo successo producendo vini Diolinoir in purezza maturati in botte, che stanno diventando sempre più comuni nelle zone di produzione.

    diolinoir vitigno

    Dal punto di vista ampelografico, il Diolinoir presenta una foglia piccola, pentagonale e pentalobata. Il grappolo è medio, allungato e stretto e le bacche sono piccole e sferiche, con buccia di colore blu-nero. Il grappolo è medio, allungato e stretto con una piccola foglia pentagonale a cinque lobi. Il vitigno Diolinoir ha epoca di maturazione media e vigoria media. Il vino da Diolinoir si presenta con un bel colore rosso rubino intenso ed è corposo, ricco di tannini. È generalmente usato in miscele con altre varietà.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Diolinoir

      Il vitigno Diolinoir è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca nera della regione Valle d’Aosta, registrato ufficialmente dal 2000. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 2 ha.
      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Superfice vitata nazionale2 ha
      PrecursoriPinot nero
      Anno di registrazione2000
      Autorizzato regioniValle d’Aosta
      Osservazione provinceBolzano

      Diolinoir - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Diolinoir sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Diolinoir ha Foglia piccola, Pentagonale, Pentalobata, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Diolinoir ha Grappolo compatto, Grappolo medio.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Diolinoir ha acini piccoli, di forma Sferoidale e di colore blu-nera.

      Diolinoir - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Diolinoir sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Diolinoir è di colore Rosso rubino, intenso. Al palato è intenso, tannico, di corpo.

      Diolinoir - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Diolinoir le caratteristiche principali sono:
      Epoca maturazioneMaurazione media
      VigoriaVigoria moderata

      Diolinoir - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Diolinoir risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:
      DenominazioneTipo denominazioneRegione
      Mitterberg IGTIGTTrentino-Alto Adige

      Argomenti correlati