La guida ai vitigni di Quattrocalici

Corinto nero

Il vitigno Corinto nero e i suoi vini

corinto nero vitigno

Il Corinto nero è un vitigno a bacca nera autoctono della Sicilia e, come suggerisce il nome, è originario della Grecia, ma è ormai diffuso in molte regioni europee. Il suo nome indica la sua provenienza dalla città di Corinto e lo si trova in abbondanza proprio nella sua patria d’origine e nella vicina Turchia, pur essendo coltivato anche in altre aree europee. In Grecia  è conosciuto come Patras Currant o Kourenti mentre in Francia viene chiamato Marine noir.  Plinio il Vecchio aveva fatto riferimento al Corinto nero come “Uva Marina nera”. Il Corinto nero è caratteristico delle isole Lipari, nelle quali fu introdotto durante la colonizzazione ellenica del VII secolo avanti Cristo. Il Corinto Nero viene a volte associato al Corinto bianco e al Corinto rosa ma in realtà sono varieta similari ma distinte.

Il Corinto nero ha grappoli di dimensioni medio-piccole, spargoli, a forma conica e lunghi, raramente alati. Le bacche sono di dimensioni molto ridotte, sferiche e ricoperte con moltissima pruina. Le bucce sono molto fini e poco consistenti, delicate, di colore rosso tendente al viola. Una delle caratteristica che distinguono questo vitigno è la fruttificazione senza sviluppo di semi. Il Corinto nero ha maturazione precoce ed è poco vigoroso, con rese basse, ma offre una buona adattabilità alle varie condizioni pedo-climatiche e presenta buona resistenza alle malattie. Il Corinto Nero viene vinificato sia in purezza che in assemblaggio. In purezza dà un vino di colore scarico ed un naso delicatamente aromatico,  con profumi profondi, mentre al palato risulta speziato e leggermente strutturato. Viene utilizzato in assemblaggio nella denominazione di origine Malvasia delle Lipari DOC mentre in purezza sta vivendo delle interessanti sperimentazioni. Il vino da Corinto nero è adatto ad essere abbinato con carni rosse di una certa elaborazione.

corinto nero vitigno

Il Corinto nero è un vitigno a bacca nera autoctono della Sicilia e, come suggerisce il nome, è originario della Grecia, ma è ormai diffuso in molte regioni europee. Il suo nome indica la sua provenienza dalla città di Corinto e lo si trova in abbondanza proprio nella sua patria d’origine e nella vicina Turchia, pur essendo coltivato anche in altre aree europee. In Grecia  è conosciuto come Patras Currant o Kourenti mentre in Francia viene chiamato Marine noir.  Plinio il Vecchio aveva fatto riferimento al Corinto nero come “Uva Marina nera”. Il Corinto nero è caratteristico delle isole Lipari, nelle quali fu introdotto durante la colonizzazione ellenica del VII secolo avanti Cristo. Il Corinto Nero viene a volte associato al Corinto bianco e al Corinto rosa ma in realtà sono varieta similari ma distinte.

Il Corinto nero ha grappoli di dimensioni medio-piccole, spargoli, a forma conica e lunghi, raramente alati. Le bacche sono di dimensioni molto ridotte, sferiche e ricoperte con moltissima pruina. Le bucce sono molto fini e poco consistenti, delicate, di colore rosso tendente al viola. Una delle caratteristica che distinguono questo vitigno è la fruttificazione senza sviluppo di semi. Il Corinto nero ha maturazione precoce ed è poco vigoroso, con rese basse, ma offre una buona adattabilità alle varie condizioni pedo-climatiche e presenta buona resistenza alle malattie. Il Corinto Nero viene vinificato sia in purezza che in assemblaggio. In purezza dà un vino di colore scarico ed un naso delicatamente aromatico,  con profumi profondi, mentre al palato risulta speziato e leggermente strutturato. Viene utilizzato in assemblaggio nella denominazione di origine Malvasia delle Lipari DOC mentre in purezza sta vivendo delle interessanti sperimentazioni. Il vino da Corinto nero è adatto ad essere abbinato con carni rosse di una certa elaborazione.

Corinto nero

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Corinto nero è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca nera presenti principalmente nelle regioni Sicilia e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1971. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 50 ha.
Colore baccaBacca nera
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Regioni Italiane principaliSicilia
Superfice vitata nazionale50 ha
Anno di registrazione1971
Autorizzato provinceMessina
Corinto nero

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Corinto nero sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Corinto nero ha Foglia media, Foglia piccola, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Corinto nero ha Grappolo spargolo, Grappolo medio, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Corinto nero ha acini Acini piccoli, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia molto pruinosa e di colore Buccia rosso scura-violetta.

Corinto nero

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Corinto nero sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Corinto nero è di colore Rosso rubino, . Al palato è Fruttato, Speziato, tannico, Persistente.

Corinto nero

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Corinto nero le caratteristiche principali sono:
Epoca maturazioneMaturazione precoce, Maturazione media
VigoriaVigoria bassa
Resistente a
Corinto nero

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Corinto nero risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:
DenominazioneTipo denominazioneRegione
Malvasia delle Lipari DOCDOCSicilia

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.