Consistenza del vino




Il vino è di fatto una soluzione idroalcolica, costituita quindi in massima parte di acqua (75-85%) e alcol etilico (10-15% nei vini non liquorosi). Nel vino però sono presenti moltissime altre sostanze in soluzione, talune più o meno volatili, altre in forma disciolta ma che dopo evaporazione rimangono allo stato solido come residuo fisso.
La consistenza di un vino è determinata dalla quantità di sostanze diverse dall’acqua, quindi in massima parte dallo stesso alcol etilico, dai polialcoli (responsabili della morbidezza al palato di un vino) e dal contenuto in sostanze diverse (acidità fissa, tannini, polifenoli, etc.).

Quello che noi chiamiamo “consistenza” e di cui diamo una stima visiva, è fisicamente una sommatoria di proprietà note come densità (cioè peso dell’unità di volume del vino) e viscosità (ossia la proprietà di un liquido di resistere più o meno allo scorrimento all’interno di un recipiente).

Diremo quindi che un vino è consistente quando, sottoposto a rotazione all’interno di un bicchiere, manifesta la tendenza a fermarsi piuttosto rapidamente una volta che la rotazione è terminata (a causa della sua densità) e a lasciare un velo di liquido sulle pareti del recipiente che discende lentamente fino alla superficie, a volte in forma di “archetti” (“Effetto Marangoni“).

La consistenza di un vino è indicativa della della sua struttura. In quanto tale non è di per sè stessa indice di qualità, ma è un elemento caratterizzante dei vini più strutturati e ci fornisce una prima indicazione su cosa potremo attenderci al palato.

Una eccessiva viscosità può anche essere indice di determinate alterazioni del vino, soprattutto se accompagnata da altri segnali visivi (quali opacità) e olfattivi (profumi aspri o sgradevoli).

L'autore

Laureato in Chimica, Sommelier con interessi in campo biochimico ed enologico, appassionato di Enografia e storia del Vino e della Vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici.it nel 2011 ed è l’autore della struttura e del progetto del portale, nonchè della struttura e dell’impostazione della maggior parte dei suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell’enogastronomia.

Commenta questo contenuto