La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Arinto e i suoi vini

    L’Arinto (conosciuto anche come Pederna) è un vitigno a bacca bianca che viene coltivato nei dintorni di Lisbona, nella costa centrale del Portogallo. In quest’area il clima è molto caldo e l’Arinto risulta particolarmente adatto a questi luoghi soprattutto grazie alla sua elevata acidità. Infatti in generale in questa zona i vitigni faticano a mantenere un’acidità sufficiente alla produzione di vini di qualità al momento della vendemmia. L’Arinto non va confuso con l’Arinto tinto, che è un sinonimo portoghese per il vitigno Tempranillo. Dell’Arinto esistono diversi cloni ed è spesso difficile capire quali siano le effettive differenze rispetto all’originale. Nella zona di Bucelas, a nord di Lisbona, l’Arinto è alla base degli uvaggi utilizzati nei vini bianchi locali. L’Arinto viene coltivato anche nelle zone a DO del Vinho Verde, Ribatejo, Bairrada e Alentejo, spesso in assemblaggio con altre varietà come il Fernao Pires e il Loureiro.

    vitigno arinto

    Dal punto di vista olfattivo, il vino dell’Arinto è decisamente fruttato, con una gamma di aromi principalmente agrumati, come il limone e il pompelmo. E’ un vino da bersi decisamente giovane e se lasciato invecchiare le note agrumate tendono ad evolvere in profumi più dolci, sempre fruttati ma più vicini alla pesca gialla e all’albicocca. La sua acidità gli consente anche invecchiamenti decisamente più lunghi, a fronte dei quali i vini tendono a manifestare profumi terziari, che includono la cera d’api e la nocciola.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Arinto

      Il vitigno Arinto non viene coltivato in Italia. La sua origine è in Portogallo, ma viene anche coltivato in Portogallo. La sua superficie coltivata in Portogallo ammonta a 4.500 ha, mentre a livello mondiale supera i .
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Nazione o zona di originePortogallo
      Coltivato inPortogallo
      Superfice vitata nazionale4.500 ha

      Arinto - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Arinto sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Arinto ha grande, Pentagonale, Pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Arinto ha Grappolo mediamente compatto, Grappolo grosso, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Arinto ha acini Acini medi, con buccia Buccia pruinosa, Buccia consistente e di colore verde-gialla.

      Arinto - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Arinto sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Arinto è di colore Giallo paglierino con riflessi verdolini. Al palato è Fruttato, Sottofondo agrumato.

      Arinto - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Arinto le caratteristiche principali sono:
      Predilige climaClima caldo
      Epoca maturazioneMaturazione precoce

      I Libri di Quattrocalici

      my wines quaderno degustazione

      My♥Wines

      Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

      conoscere il vino - il libro

      Conoscere il Vino  - Il Libro

      "Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...