L'Atlante delle Denominazioni di origine di Quattrocalici.it

Carmignano DOCG

 

La denominazione di origine "Carmignano DOCG" è una delle più importanti DOCG della regione Toscana, per le province di Prato. Esiste dal 1975 (DOC) ed è passata a DOCG dal 1990. I vini della Carmignano DOCG vengono prodotti a partire dai vitigni Sangiovese, Canaiolo nero, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Trebbiano toscano, Canaiolo bianco, Malvasia bianca lunga. Visualizza tutte le DOCG della regione Toscana sulla Guida alle Denominazioni di Origine dei Vini d'Italia di Quattrocalici.it

tipologie vini ammesse per la Carmignano DOCG

Vino "Carmignano DOCG"

il dettaglio per le tipologie vini della Carmignano DOCG

Link alle pagine delle tipologie vini:

Di seguito riportiamo i link a tutte le tipologie della Carmignano DOCG. Cliccando ciascun link si accederà alla pagina della tipologia con tutte le caratteristiche organolettiche e di vinificazione previste dal diciplinare.

Zone di produzione per i vini della Carmignano DOCG

Le uve destinate alla produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita “Carmignano” devono essere prodotte nei terreni collinari dei comuni di Carmignano e Poggio a Caiano in provincia di Prato.

i dettagli della base ampelografica per la Carmignano DOCG

Sangiovese minimo 50%; Canaiolo nero fino al 20%; Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, da soli o congiuntamente, dal l0 al 20%; Trebbiano toscano, Canaiolo bianco e Malvasia del Chianti da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 10%. Possono concorrere alla produzione di detto vino le uve di altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione nell’ambito della Regione Toscana fino ad un massimo del 10% del totale.

le norme per la viticoltura nella Carmignano DOCG

  • La resa massima di uva per ettaro di coltura specializzata non deve superare le 8 tonnellate.
  • Fermi restando i limiti sopra indicati, la produzione ottenuta dalle viti in coltura promiscua non deve superare i kg. 3 a ceppo.

le norme per la vinificazione e l'affinamento dei vini per la Carmignano DOCG

  • Le uve destinate alla vinificazione del vino a denominazione di origine controllata e garantita “Carmignano” devono assicurare un titolo alcolometrico volumico naturale minimo di 12,00% vol.
  • È consentita l'aggiunta, nel limite massimo del 15%, di vino avente diritto alla denominazione “Carmignano” di annate diverse da quella indicata in etichetta.

le caratteristiche dei vini inclusi nella Carmignano DOCG

Il vino a denominazione di origine controllata e garantita “Carmignano” all'atto dell'immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:

  • colore: rubino vivace, intenso, tendente al granato con l’invecchiamento;
  • odore: vinoso con profumo intenso, anche di mammola, e con più pronunciato carattere di finezza
  • per l'invecchiamento;
  • sapore: asciutto, sapido, pieno, armonico, morbido e vellutato;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol.;
  • acidità totale minima: 4,5g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 22,0 g/l;

Produttori ubicati nel territorio della Carmignano DOCG

Seleziona un produttore dall'elenco o dalla tabella
Produttore Comune Provincia
Ambra Carmignano Prato
Capezzana Carmignano Prato
Colline San Biagio Carmignano Prato
Piaggia Poggio a Caiano Prato
Pratesi Carmignano Prato
Artimino Carmignano Prato
Podere Allocco Carmignano Prato
Bacchereto Carmignano Prato