La guida ai vitigni di Quattrocalici

Saint Laurent

Il vitigno Saint Laurent e i suoi vini

saint laurent vitigno

Il  vitigno Saint Laurent è arrivato in Trentino dalla vicina Austria nella seconda metà dell’Ottocento, ma il suo percorso lo vede probabilmente partire dalla Francia, verosimilmente nelle zone del Bordolese, per arrivare sempre in epoche remote nel Baden, tanto che oggi è anche diffuso in Germania, nelle regioni alpine settentrionali. Il suo nome deriva dalla ricorrenza di San Lorenzo, il 10 Agosto, che segna normalmente l’inizio dell’invaiatura. In Italia si è principalmente diffuso in Val di Cembra ed in Valsugana, dove localmente noto come “San Lorenzo”. In seguito, il Saint Laurent venne introdotto sperimentalmente nelle zone più elevate della Valsugana e della Valle dell’Isarco dall’Istituto Agrario di S. Michele fin dal 1871 con buoni risultati. Alla fine dell’800 la produzione in Trentino di vino con il vitigno Saint Laurent era di circa 7000 ettolitri di vino.

Dato per scomparso in zona, dopo la calamità della fillossera, potrà ora essere nuovamente coltivato in provincia di Trento grazie alla recente iscrizione nel Registro nazionale delle varietà di vite idonee alla produzione di vino, avvenuta nel 2011. Il Saint Laurent è citato anche da Goethe nella sua “Ampelografhie” del 1887, ed in Austria viene diffusamente coltivato grazie anche alle sue doti di ottima resa e alla sua predisposizione per l’invecchiamento. Il Saint Laurent  ha un acino grosso e arrotondato, con buccia di medio spessore e di color blu-nero. Sopporta bene i freddi invernali e mostra una buona resistenza alla peronospora ed all’oidio. Il Saint Laurent è un vitigno di buona vigoria ed ha germogliamento precoce. Grazie alla sua precocità di maturazione, da esso si ottiene un vino colorato e fruttato che ricorda un Bordeaux semplice anche in annate poco favorevoli. E’ un vitigno particolarmente indicato per la produzione di vini rossi freschi, dall’aroma fruttato da amarena, caratteristiche organolettiche intense e fini a nota fruttata. I vini del Saint Laurent hanno medio corpo e di media alcolicità, buona consistenza, sono mediamente acidi e si possono sia bere giovani che dopo un medio invecchiamento.

Saint Laurent

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Saint Laurent è uno dei  Vitigni internazionali, Vitigni locali a Bacca nera presenti principalmente nelle regioni Trentino-Alto Adige e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal . La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 10 ha.
Colore baccaBacca nera
Categoria vitigniVitigni internazionali, Vitigni locali
Regioni Italiane principaliTrentino-Alto Adige
Nazione o zona di origineAustria
Superfice vitata nazionale10 ha
Saint Laurent

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Saint Laurent sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Saint Laurent ha .

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Saint Laurent ha .

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Saint Laurent ha acini Acini grandi, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia di medio spessore e di colore blu-nera.

Saint Laurent

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Saint Laurent sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Saint Laurent è di colore Rosso rubino, . Al palato è Fresco, Fruttato, di corpo.

Saint Laurent

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Saint Laurent le caratteristiche principali sono:
Saint Laurent

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Saint Laurent risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.