La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Colorino è un autoctono toscano, e deve il suo nome alla colorazione intensa della buccia. Il vitigno Colorino deriva dall'addomesticazione di viti selvatiche, e questo lo rende per certi aspetti simile ai Lambruschi. Il Colorino è stato in passato molto utilizzato negli uvaggi del Chianti, anche in forma di passito, per rinforzarne il colore. Recentemente questo utilizzo è divenuto meno comune, in parte grazie ad una migliore selezione clonale del Sangiovese, in parte grazie all'introduzione nell'uvaggio del Chianti dei vitigni internazionali quali Cabernet S., Merlot e Syrah. Grazie ad una attenta selezione clonale, alcuni produttori sono riusciti ad ottenere vini di discreta valenza dal vitigno Colorino vinificato in purezza.

Colorino

Informazioni sul vitigno

Colore baccanera
Categoria vitignilocali
Anno di registrazione1970
Autorizzato regioniMarche, Toscana, Umbria

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

media, piccola, orbicolare, pentagonale, trilobata, pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

mediamente compatto, compatto, grandezza media, conico. Ali nel grapppolo: 1-2.

Caratteristiche dell'acino

dimensione media, piccoli, di forma sferoidale, con buccia spessa, pruinosa e di colore blu-nera.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Colorino è di colore Rosso rubino, intenso. Al palato è Caldo, di corpo.

Caratteristiche colturali e produttive

Vigoriamoderata, bassa
Produttivitànotevole, regolare
Tipo allevamentomedia espansione

Denominazioni di riferimento

DenominazioneTipo denominazioneRegione
Montecarlo DOCDOCToscana

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri & Accessori