Viognier - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno viognier

Il vitigno Viognier

Il vitigno Viognier  è originario della Valle del Rodano, in Francia, dove è stato introdotto dall'imperatore Marco Aurelio Probo, che era originario di Sirmio (Sremska Mitrovica) in Serbia, per cui è possibile che le sue origini siano balcaniche. Da tempo dimenticato, anche a causa della bassa produttività, il Viognier è poi tornato alla ribalta in epoca recente, essendo alla base dei bianchi di Condrieu, (Côte du Rhone), vini di difficile reperibilità e caratterizzati da acidità contenuta e notevole intensità olfattiva. A conferma delle sue origini, lo troviamo coltivato anche nell'isola di Vis (Dalmazia) sotto il nome di Vugava o Bugava. In Italia il Viognier si va diffondendo soprattutto nelle regioni a clima caldo (Toscana, Emilia Romagna, Umbria, Lazio) dove viene generalmente assemblato con altre uve. Laddove vinificato in purezza, è in grado di esprimere a volte risultati assolutamente degni di nota.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Osservazione province Anno ins. Gruppi
Viognier B. 346 Lazio, Sicilia, Toscana, Umbria Bolzano 1999 Internazionali, Locali

Caratteristiche del vitigno Viognier

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Viognier ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: piccola o media, orbicolare, pentalobata
  • Grappolo: medio-piccolo, tronco-conico, semplice o alato, a volte compatto
  • Acino: piccolo, sferoidale o leggermente ovale Buccia: spessa di colore giallo ambrato

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Viognier ha produzione regolare ma poco abbondante.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Viognier dà un vino di colore giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso è fruttato con note di pesca e albicocca, e sentori di di agrumi, ananas e altri frutti esotici. Al palato è sapido e abbastanza fresco, solitamente di corpo. In generale ha un finale di discreta persistenza.