Frappato - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno frappato

Il vitigno Frappato

Il vitigno Frappato è molto antico, le prime notizie certe lo fanno risalire al XVIII secolo, e sembra provenire dalla penisola iberica. Ne esistono due varietà molto simili con grappoli piuttosto allungati e con acini molto ravvicinati di colore rosso intenso tendente al violetto. Questa caratteristica ha un aspetto negativo in quanto quando l'uva è matura gli acini si pressano a vicenda provocando la spaccatura di alcuni di essi, cosa che rischia di provocare la formazione di muffe ed l'inquinamento del prodotto. Il Frappato è presente in tutta la Sicilia ma essenzialmente nella provincia di Siracusa e in quella di Ragusa, è poco diffuso nelle altre province siciliane.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Frappato N 87 Frappato d'Italia Sicilia 1970 Locali

Caratteristiche del vitigno Frappato

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Frappato ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, pentagonale
  • Grappolo: da medio a grande, cilindrico o piramidale, alato, compatto.
  • Acino: medio, sferoidale o ellissoidale Buccia: pruinosa, spessa e coriacea, di colore blu-violaceo.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Frappato viene allevato con sistemi ad alberello siciliano a potatura corta.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Frappato ha produzione non molto abbondante ma regolare grazie a una buona resistenza alle malattie e ai parassiti.

Caratteristiche vino:

Le uve del vitigno Frappato vinificate in purezza danno un ottimo vino di colore rosso rubino poco carico e brillante, elevati sentori vinosi, fruttati e floreali, mediamente corposo, tannino equilibrato, al gusto fresco e morbido, molto armonico.

Denominazioni in cui il vitigno è presente