Francavidda - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno francavidda

Il vitigno Francavidda

Il vitigno Francavidda è originario della provincia di Brindisi, e il suo nome sembra derivare da Francavilla Fontana, il suo più importante areale di produzione. E' anche conosciuto con il sinonimo dialettale "Francaidda". E' un vitigno minore in termini di superficie coltivata, e la sua sensibilità verso malattie ed altre avversità ha contribuito a ridurne la diffusione.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Francavidda B. 85 Francavilla Brindisi, Lecce, Taranto 1970 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Francavidda

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Francavidda ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: grande, intera o trilobata
  • Grappolo: medio semplice, piuttosto serrato
  • Acino: medio, sferico Buccia: pruinosa, di spessore medio, ruvida, di colore verdolino-biancastro

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Francavidda ha buona vigorie ed epoca di maturazione media, la sua produzione è abbondante e regolare.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Francavidda dà un vino di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Al naso presenta note floreali ed erbacee, è di media complessità e tutto sommato fine. Al palato è sapido e moderatamente alcolico, morbido, con lieve retrogusto di mandorla amara. In genere il vitigno viene vinificato in uvaggio con altre varietà della zona di Ostuni.

Denominazioni in cui il vitigno è presente