Bonamico - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno bonamico

ll Bonamico è un vitigno toscano a bacca rossa di antica origine, già citato dal Rovasenda nel 1877. Fino agli anni sessanta era abbastanza diffuso in Toscana,  apprezzato per il suo germogliamento tardivo che evitava le pericolose gelate primaverili e per produzione costante ed elevata anche in annate difficili. In seguito a causa delle sue non particolari qualità enologiche è stato progressivamente spiantato tanto che oggi è presente presente solo sporadicamente in alcune vecchie vigne in provincia di Pisa e Lucca.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Bonamico N. 034 Lucca, Pisa, Pistoia Toscana 1970 Locali

Caratteristiche del vitigno Bonamico

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Bonamico ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: orbicolare grande, intera o talvolta trilobata, con seno peziolare a bordi sovrapposti e denti laterali molto pronunciati irregolari, convessi.
  • Grappolo: medio-grosso, medio-spargolo, allungato, piramidale con 1 o 2 ali, peduncolo visibile, semi-legnoso, grosso.
  • Acino: medio o grosso,sferoidale, con ombelico mediamente persistente; polpa succosa, succo leggermente colorato, di sapore neutro. Buccia: buccia molto pruinosa, di colore blu

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:


Il vitigno Bonamico ha produzione abbondante e costante.

Caratteristiche vino:


Il vitigno Bonamico dà un vino di poco interesse enologico. Per questa ragione è utilizzato in uvaggi per la produzione di vini IGT o da tavola

Denominazioni in cui il vitigno è presente