Lacrima - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno lacrima

Il vitigno Lacrima

Il vitigno Lacrima è anche conosciuto dal nome del vino che se ne ottiene, il Lacrima di Morro d'Alba. E' un vitigno autoctono marchigiano di origine antichissima: sembra infatti che già nel 1167 Federico Barbarossa abbia bevuto del vino prodotto da quest’uva quando dimorava nel castello di Morro d'Alba, durante l’assedio di Ancona. Le origini del nome sembrano derivare dal fatto che l’acino, quando è maturo, trasuda goccioline di succo che sembrano lacrime. Secondo altri invece il nome sarebbe da collegare alla forma allungata dell’acino, oppure ad una lontana parentela con l’uva "lacrima" spagnola. La coltivazione di questo vitigno veniva tradizionalmente effettuata "maritandolo" ad un tutore vivo, ossia ad un albero, come l'olmo o l'acero, oppure ad un palo di legno. Nei secoli la sua presenza si è ristretta sempre più fino a limitarsi alla sola zona di Morro d’Alba. Per questo motivo ha anche rischiato l’estinzione negli scorsi decenni, fino a quando negli Anni Ottanta è stato tutelato con moderne coltivazioni e con la denominazione d’origine. Piccole quantità di questo vitigno sono inoltre coltivate in Romagna, Toscana e Puglia.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Lacrima N. 111 Bari, Brindisi, Lecce, Taranto Marche, Umbria 1971 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Lacrima

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Lacrima ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, pentagonale, pentalobata
  • Grappolo: medio, piramidale, alato e spargolo
  • Acino: medio, sferico Buccia: spessa e consistente, di colore blu-nero

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Lacrima il clima temperato dal momento che non è molto resistente alle intemperie ed è sensbile agli attacchi della botrite. Necessita di potature accurate.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Lacrima ha vigoria elevata, buona produttività anche se irregolare, ed epoca di maturazione media.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Lacrima di Morro d’Alba dà un vino di colore rosso rubino intenso con sfumature violacee. Al naso è aromatico, caratteristico, vinoso, con il caratteristico aroma di cantina in fermentazione. Con l’invecchiamento le note olfattive si evolvono ad un fruttato-floreale di fragola, ciliegino, more di rovo, mirtilli, viola e violetta. La struttura è di medio corpo e al palato risulta asciutto, con un tannino evidente ma ben tornito.

Denominazioni in cui il vitigno è presente