L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino DOP

Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino DOP

Caratteristiche prodotto

La denominazione «Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino» distingue gli esemplari, allo stato fresco, ossia non trasformato, della specie Tinca (Tinca tinca) allevati, nati e cresciuti, nell’area geografica stabilita e aventi le seguenti caratteristiche morfologiche: — Livrea: giallo dorata, dorso curvo e gibboso — Pelle: colorazione viva, brillante e lucente grigio-grafite o verde opalino sul dorso e giallo dorato sui fianchi — Occhio: brillante, vivido, lucente, convesso, cornea trasparente e pupilla nera, bulbo giallo o aranciato. — Branchie: colore rosso vivo o roseo, umide, prive di muco, di limo, di parassiti o corpi estranei in genere — Squame: aderenti alla pelle, lucide, iridescenti, dorate — Corpo: rigido e sodo, leggermente elastico, resistente al tatto, non flaccido e molle, — Odore: tenue, fragrante di acqua dolce, non acre o sgradevole e forte di pesce, assolutamente non di fango o erba o di sostanze organiche — Le carni della «Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino» si presentano tenere, morbide, abbastanza compatte, scarse di grassi e di conseguenza prive di sapori e odori sgradevoli quali fango, limo o erba; presentano sapore di pesce tenue e delicato, non deciso come il pesce di mare. Zona geografica: I territori di diversi comuni in provincia di Torino, Asti e Cuneo.

Dettagli della denominazione

Creata nel2008
RegionePiemonte
ProvincieTorino, Asti, Cuneo
Tipo di denominazioneDOP
MerceologiaPesce

Argomenti correlati

  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social

  • Le Regioni del Vino