Pelaverga piccolo - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno pelaverga piccolo

Il vitigno Pelaverga piccolo

Il vitigno Pelaverga piccolo non ha origini molto chiare, anche se sembra appurato che sia originario della zona di Verduno, nelle Langhe, dove è tuttora coltivato. Potrebbe essere qui arrivato secoli or sono in provenienza dal Saluzzese, ma le differenze dal Pelaverga di quella zona sono notevoli, soprattutto per la dimensione dell'acino, che è all'origine dell'aggetivo "piccolo".

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Pelaverga Piccolo N. 330 Piemonte 1994 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Pelaverga piccolo

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Pelaverga piccolo ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: medio-grande, pentagonale, trilobata o più raramente pentalobata
  • Grappolo: medio-grande, conico o piramidale allungato, con una o più ali, di cui una con lungo peduncolo, mediamente spargolo
  • Acino: medio-piccolo, da sferoidale a ellissoidale corto Buccia: molto pruinosa, di colore blu-viola con sfumature grigie dovute alla pruina

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Pelaverga piccolo ha vigoria elevata con epoca di maturazione medio-tardiva. La sua produzione è' medio-elevata ed abbastanza regolare.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Pelaverga piccolo dà un vino di colore rosso rubino con riflessi violacei, fruttato al naso con ricordi di spezie, secco e abbastanza di corpo.

Denominazioni in cui il vitigno è presente