Il vino è un toccasana: previene il mal di gola e ha un effetto antibatterico

0
35

il vino fa bene

Un bicchiere di vino consumato ad ogni pasto è in grado di assicurare numerosi benefici a chi lo consuma. Pare, tra l’altro, che esso rappresenti un eccellente disinfettante rispetto ai germi cattivi che si annidano nella nostra bocca.

Perché il vino fa bene alla bocca

Uno studio reso noto attraverso il Journal of Agricultural and Food Chemistry ha ipotizzato che il vino possa costituire un valido alleato per la prevenzione e la cura del mal di gola. La ricerca in questione ha preso in considerazione le proprietà antibatteriche di varie bevande: non solo il vino, quindi, ma anche l’acqua, il latte scremato, la birra e le bibite gassate. Durante l’esperimento tutte le bevande sono state infuse con la salmonella o con altri batteri infettivi. Ebbene, a distanza di due giorni si è notato che nel contenitore con il vino i batteri erano praticamente spariti. Ciò permette di dedurre che a contatto con il vino i batteri non siano in grado di sopravvivere.

L’effetto del vino sui batteri

La ricerca ha messo in evidenza che gli effetti letali del vino nei confronti dei batteri non sono causati dal livello di acidità della bevanda, ma vanno ricondotti a vari composti organici che si trovano sia nel vino bianco che nel vino rosso. Per giungere a questa conclusione gli scienziati hanno semplicemente neutralizzato l’acidità del vino.

Vino rosso o vino bianco: quale scegliere

Così, si è notato che in ogni caso più del 99% dei batteri veniva eliminato. Nello specifico, il vino rosso è risultato più efficace rispetto al vino bianco nella lotta contro i batteri, fermo restando che la differenza tra i due prodotti non è eccessiva. L’esposizione al vino, secondo gli autori della ricerca, garantisce un effetto antibatterico persistente. Sembra, poi, che questo prodotto, se consumato sotto forma di vin brulè, sia molto utile per la prevenzione del mal di gola.

Il vino fa bene alla salute

Ovviamente si può affermare che il vino fa bene solo se si presta attenzione alle dosi: in altri termini, un bicchiere a pasto va bene, mentre tre sono eccessivi e possono avere effetti deleteri. Ecco perché il consiglio è quello di non eccedere e di adottare una certa moderazione nel bere. Un vino rosso di qualità si può dimostrare un eccellente antiossidante, in grado di prevenire il cancro e di favorire la buona salute del cuore. L’alcol e l’acidità non hanno effetti nei confronti dei batteri, che invece vengono sterminati a causa di vari elementi organici con un alto contenuto di carbonio. In pratica, l’azione di contrasto ai germi può essere paragonata a quella che caratterizza i collutori antisettici disponibili al supermercato o in farmacia.

Fonte: https://pianetadonne.blog