Minnella bianca - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno Minnella Bianca

Il vitigno Minnella Bianca

Il vitigno Minnella Bianca è sicuramente autoctono della regione Sicilia. Le sue origini sono però sconosciute. Si ritiene che il nome derivi dalla forma particolare, allungata, dell'acino, che ricorda vagasmente una mammella. Viene generalmente coltivato sulle pendici dell'Etna, ed entra far parte della composizione dell'Etna DOC. In genere è comunque vinificato assieme ad altri vitigni della zona, primo fra tutti il Catarratto.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Minnella Bianca B. 147 Sicilia 1970 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Minnella bianca

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Minnella Bianca ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, pentagonale, tri-quinquelobata
  • Grappolo: medio-grande, piramidale, semplice o con un'ala,  mediamente spargolo
  • Acino: mediamente grosso, ellissoidale Buccia: colore giallo-dorato o verdiccio appena dorato, pruinosa, sottile, consistente

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Minnella Bianca predilige forme di allevamento a piccola espansione (alberello basso), con potatura corta e povera.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Minnella Bianca ha scarsa vigoria ed epoca di maturazione tardiva, la sua produttività è molto abbondante ma incostante.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Minnella Bianca dà un vino giallo paglierino, asciutto, fresco, di profumazione intensa con piacevoli note fruttate. Di poco corpo e con grado alcolico decisamente basso, complessivamente fine ed armonico.

Denominazioni in cui il vitigno è presente


DOC
Sicilia: