La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Neyret è poco diffuso, con una produzione quantitativamente insignificante sia ai giorni nostri che nel passato. Le pochissime citazioni presenti lo fanno provenire dalla vicina Francia e o dalla Svizzera, ma il suo arrivo in Valle d'Aosta è piuttosto da attribuire agli scambi commerciali con il Canavese o con il resto del Piemonte.  Test sul DNA lo fanno appartenere gruppo dei Neretti piemontesi (come Neretto del pinerolese o Chatus). Il suo nome deriva dal colore blu nero dei suoi acini e dalla sua conseguente capacità di dare vita a un vino molto ricco di colore. I pochi filari di Neyret in Valle d'Aosta si possono scovare nella zona compresa tra Arnad e Montjovet, in particolare sulla sinistra orografica della Dora, ad altitudini non molto elevate.

Neyret

Informazioni sul vitigno

Colore baccanera
Categoria vitigniautoctoni
Anno di registrazione1970
Raccomandato regioniValle d’Aosta

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

media, pentagonale, trilobata.

Caratteristiche del grappolo

grandezza media, cilindrico. Ali nel grapppolo: 1-2.

Caratteristiche dell'acino

dimensione media, di forma sub-sferoidale, con buccia spessa, consistente, molto pruinosa e di colore blu-nera.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Neyret è di colore Rosso rubino. Al palato è intenso.

Caratteristiche colturali e produttive

Vigoriamoderata
Produttivitàscarsa, irregolare
Tipo allevamentospalliera, guyot
Sensibilità conosciutesiccità, caldo

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici