La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Barbera bianca è una varietà piemontese coltivata prevalentemente nella zona compresa tra Ovada e Acqui Terme. il suo nome deriva dalla somiglianza, nella forma del grappolo e dell'acino, con la Barbera, anche se dal punto di vista ampelografico non esistono parentele tra  le due varietà, e la similitudine si limita a questo aspetto morfologico. Viene menzionata già nel 1825 dall' Acerbi, che la cita in quanto vitigno coltivato nella zona di Valenza. in seguito anche il Rovasenda (1877) e altri la descrivono come varietà dell' Oltrepo Pavese. Sebbene sia idonea all'allevamento in Piemonte è ad oggi quasi del tutto abbandonata, se ne può trovare ancora qualche filare nella provincia di Alessandria.

Barbera bianca

Informazioni sul vitigno

Colore baccabianca
Categoria vitigniautoctoni
Anno di registrazione1970
Autorizzato regioniAbruzzo, Piemonte

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

media, cuneiforme, orbicolare, pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

compatto, grandezza media, cilindrico, conico. Ali nel grapppolo: 1-2.

Caratteristiche dell'acino

dimensione media, di forma elissoidale, con buccia spessa, consistente, pruinosa e di colore verde-gialla.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Barbera bianca è di colore Giallo paglierino, più o meno intenso. Al palato è sapido, gentile.

Caratteristiche colturali e produttive

Predilige posizionecollinare, buona
Produttivitànotevole, regolare

Denominazioni di riferimento

DenominazioneTipo denominazioneRegione
Colli Tortonesi DOCDOCPiemonte

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri & Accessori