Menzioni Vino

menzioni vino "Superiore", "Riserva", "Classico", "Vigna"

Le menzioni dei vini sono delle qualifiche aggiuntive, previste da molti disciplinari DOC e DOCG, che servono ad individuare determinate tipologie di vino le cui caratteristiche si evidenziano rispetto alle tipologie di base, vuoi per la zona di produzione (es. classico) o per proprietà organolettiche (es. superiore), per l’annata di produzione (es. millesimato) o per l’invecchiamento minimo (es. riserva). In etichetta queste menzioni sono obbligatorie se previste dai disciplinare di produzione, nel caso in cui il prodotto abbia tutti i requisiti prescritti per l’uso della menzione stessa, sono invece vietate in tutti i casi in cui il prodotto non abbia i requisiti prescritti per l’uso della menzione.

LE MENZIONI PIU’ COMUNI NEI DISCIPLINARI ITALIANI

Classico

Si definisce “Classico” un vino prodotto in una zona di origine più antica nell'ambito della stessa zona di produzione viticola. ...Scopri di più

Menzione vigna

Il termine “vigna”, seguito dalla menzione (toponimo o nome tradizionale), ha la funzione di attestare una determinata produzione ai vertici ...Scopri di più

Millesimato

Millesimato è una menzione prevista dai disciplinari per i vini spumanti, indicante che il vino base proviene dalla vinificazione di ...Scopri di più

Riserva

“Riserva” è una menzione che caratterizza i vini sottoposti a un periodo di invecchiamento di almeno due anni per i ...Scopri di più

Superiore

“Superiore” si riferisce a vini prodotti seguendo regole più stringenti, previste dal disciplinare per questa specifica tipologia e che hanno ...Scopri di più

  • Il Glossario del Vino