L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Formai de Mut dell’Alta Val Brembana DOP

Formai de Mut dell’Alta Val Brembana DOP

Caratteristiche del prodotto Formai de Mut dell’Alta Val Brembana DOP

La denominazione di origine del formaggio “Formai de Mut dell’Alta Val Brembana” è riservata al formaggio grasso a pasta semicotta prodotto esclusivamente con latte di vacca intero proveniente da una o due mungiture giornaliere a debole acidità naturale.  Si produce durante l’intero anno. Il periodo di stagionatura ha la durata minima di quarantacinque giorni. È usato come formaggio da tavola quando la maturazione non è inferiore ai sei mesi. Le forme sono cilindriche, con diametro da 30 a 40 cm e peso da 8 a 12 kg. La crosta è sottile, compatta, naturale di colore giallo paglierino tendente al grigio con la stagionatura; la pasta ha colore avorio leggermente paglierino;è compatta, elastica, con occhiatura diffusa da 1 mm di diametro fino alle dimensioni definite di “occhio di pernice”; il sapore è delicato, fragrante, poco salato, non piccante, con aroma caratteristico. Le caratteristiche del formaggio variano in relazione alla durata di stagionatura che può protrarsi oltre l’anno. La zona di produzione e stagionatura del formaggio di cui sopra comprende l’intero territorio amministrativo di diversi comuni ricadenti tutti nella provincia di Bergamo.

I Dettagli della denominazione Formai de Mut dell’Alta Val Brembana DOP

Creata nel1996
RegioneLombardia
ProvincieBergamo
Tipo di denominazioneDOP
MerceologiaFormaggi

Il disciplinare della denominazione Formai de Mut dell’Alta Val Brembana DOP

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Formai de Mut dell’Alta Val Brembana DOP, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare

Argomenti correlati

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le Regioni del Vino

  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione