La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Catalanesca fu importato per la prima volta in Campania nel 1450 dalla Catalogna da Alfonso I d'Aragona, monarca del regno delle Due Sicilie e fu mpiantato sulle pendici del Monte Somma, fra Somma Vesuviana e Terzigno. Il vitigno Catalanesca aveva una certa diffusione fino all'inizio del secolo, ma poco ne è sopravvissuto fino all'epoca postfilosserica, ed oggi sopravvive solo in piccoli appezzamenti. Si può trovare soprattutto nei Comuni di San Sebastiano, Massa di Somma, Pollena Trocchia, Somma Vesuviana, Sant'Anastasia e Ottaviano. Fino al 2006 catalogata solo come uva da tavola, è poi stata inserita nella classificazione delle varietà di vite per uve da vino idonee nella Regione Campania e raccomandata per la provincia di Napoli.

Catalanesca

Informazioni sul vitigno

Colore baccabianca
Categoria vitigniautoctoni
Anno di registrazione2007

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

.

Caratteristiche del grappolo

spargolo, grandezza media, cilindrico.

Caratteristiche dell'acino

dimensione media, di forma ovoidale e di colore verde-gialla.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Catalanesca è di colore Giallo paglierino, intenso. Al palato è fruttato, minerale, gentile.

Caratteristiche colturali e produttive

Denominazioni di riferimento

DenominazioneTipo denominazioneRegione
Catalanesca del Monte Somma IGTIGTCampania

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri & Accessori