La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Vespaiola è autoctono dell'area pedemontana dell'alto vicentino, che ha il suo riferimento nel paese di Breganze. Le origini di questa varietà e l'epoca alla quale risalga la sua coltivazione rimangono tuttavia incerte. L’Acerbi segnala la sua presenza nella zona di Bassano e Marostica nel 1825. Il nome Vespaiola, come avviene per altri casi analoghi (Vespolina) è riferito alla predilezione delle vespe per le bacche mature e zuccherine nei periodi vicini alla vendemmia. In purezza il vitigno Vespaiola è presente nelle Doc Breganze Vespaiolo e Torcolato. Il Vespaiolo è un vino secco e beverino, mentre il Torcolato è un passito di grande struttura ed intensità, per la cui produzione le uve vengono fatte appassire per qualche mese in grappoli appesi e annodati, da cui il nome "torcolato", cioè "ritorto".

Vespaiola

Informazioni sul vitigno

Colore baccabianca
Categoria vitigniautoctoni
Anno di registrazione1970

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

piccola, orbicolare, trilobata.

Caratteristiche del grappolo

mediamente compatto, spargolo, corto, cilindrico, conico.

Caratteristiche dell'acino

dimensione media, di forma sferoidale, con buccia spessa, consistente, molto pruinosa e di colore verde-gialla.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Vespaiola è di colore Giallo paglierino con riflessi dorati. Al palato è fresco, sapido, gentile.

Caratteristiche colturali e produttive

Epoca maturazionemedia
Vigoriaelevata

Denominazioni di riferimento

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri & Accessori