La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Pampanaro è un antico vitigno autoctono laziale, di recente riscoperta, iscritto nel Registro nazionale delle varietà di vite da vino nel 2010, assieme ai vitigni Capolongo b., Maturano n., Lecinaro b., Rosciola rs. Questi vitigni sono stati recuperati grazie ad un progetto dell'Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura nel Lazio), teso ad individuare i cloni più qualificati per vitigni già iscritti al Registro regionale delle varietà di uva da vino, per farne emergere gli elementi distintivi e permetterne lo sviluppo nel territorio. Poco quindi si conosce di questo vitigno, e pochissimi sono i produttori che lo propongono.

Pampanaro

Informazioni sul vitigno

Colore baccabianca
Categoria vitigniautoctoni
Anno di registrazione2009
Autorizzato regioniLazio

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

media, pentagonale, pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

mediamente compatto, compatto, grandezza media, conico. Ali nel grapppolo: 1-3.

Caratteristiche dell'acino

dimensione media, di forma elissoidale, con buccia di medio spessore, poco pruinosa e di colore verde-gialla.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Pampanaro è di colore Giallo paglierino.

Caratteristiche colturali e produttive

Epoca maturazionetardiva

Denominazioni di riferimento

DenominazioneTipo denominazioneRegione
Frusinate o del Frusinate IGTIGTLazio

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici