L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP

Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP

La Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP è una denominazione IGP della regione Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, relativa alle province di Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Grosseto, Siena, Arezzo, Firenze, Prato, Livorno, Pisa, Macerata, Fermo, Ancona, Campobasso, Perugia, Terni, Frosinone, Rieti, Viterbo. La denominazione Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP per la merceologia Carni esiste dal 1998 ed è una delle più importanti IGP della regione Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania.

Caratteristiche prodotto

L'Indicazione Geografica Protetta (I.G.P.) "Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale" è riservata alle carni prodotte dall'allevamento bovino che risponde alle condizioni ed ai requisiti illustrati nel Disciplinare. L'area geografica di produzione della carne di "Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale" è rappresentata dal territorio delle province collocate lungo la dorsale appenninica del Centro-Italia. La carne di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale è prodotta da bovini, maschi e femmine, di razza Chianina, Marchigiana, Romagnola, di età compresa tra i 12 e i 24 mesi, nati ed allevati nell’area geografica di produzione di cui sopra. I bovini devono risultare nati da allevamenti in selezione e regolarmente iscritti al Registro Genealogico del Giovane Bestiame del Libro Genealogico Nazionale.

Argomenti correlati

  •  
  • Contatti professionali

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social