L’ATLANTE DELLE DENOMINAZIONI DI ORIGINE di Quattrocalici

Vin Santo del Chianti Classico DOC

La Denominazione Vin Santo del Chianti Classico DOC

Cartina Vin Santo del Chianti Classico DOC

La zona di produzione della denominazione Vin Santo del Chianti Classico DOC si estende per 71.800 ettari al centro della Regione Toscana e comprende parte del territorio delle province di Firenze (30.400 ettari) e Siena (41.400). In particolare fanno interamente parte della zona i Comuni di Greve in Chianti, Castellina in Chianti, Radda in Chianti, Gaiole in Chianti. Vi rientrano invece parzialmente i Comuni di San Casciano Val di Pesa e Tavarnelle. Il territorio può essere assimilato ad una placca di forma rettangolare, incernierata dai Monti del Chianti che ne costituiscono il confine orientale; a Nord i confini seguono il corso del fiume Greve, ad ovest il fiume Pesa e Elsa, a Sud le sorgenti dei fiume Ombrone e Arbia. Nel territorio del Chianti Classico la produzione di Vin Santo del Chianti Classico è una vera e propria arte che richiede tempo e pazienza. Il primo passo è la raccolta delle uve più adatte come il Trebbiano toscano, la Malvasia del Chianti, il Canaiolo bianco, il Pinot bianco o grigio, il Sauvignon , lo Chardonnay, il Sangiovese. Il vino di ciascuna annata può essere immesso al consumo non prima del 1° novembre del terzo anno successivo a quello della vendemmia. Il metodo di appassimento è naturale: i grappoli vengono selezionati ad uno ad uno e messi a riposo, appesi o stesi in luoghi dove c’è forte escursione termica;così facendo l’acqua presente nell’uva evapora e dopo tre/quattro mesi si passa alla vinificazione. Particolarmente legati all’esperienza dei viticoltori locali, che tradizionalmente producono questo vino, sono anche la durata della fermentazione, i procedimenti di travaso, i tempi e le modalità di invecchiamento. A tal proposito è infatti essenziale la conservazione obbligatoria in piccoli caratelli di legno. Il Vin Santo del Chianti Classico è profumato, intenso, di colore giallo fino all’ambrato, di sapore armonico e vellutato, con gradazione alcolica complessiva non inferiore a 16% e con discreta acidità. Nella tipologiaocchio di pernice” dove prevalente è il vitigno Sangiovese il colore è rosa dal pallido all’intenso, con odore che diventa caldo inteso e sapore dolce, morbido e vellutato.

La Vin Santo del Chianti Classico DOC nei dettagli

Vin Santo del Chianti Classico DOC

Creata nel1995
Approvata con D.M. 24.10.1995, G.U. 271 del 20.11.1995
Ultime modifiche introdotte dal D.M. 07.03.2014
RegioneToscana
ProvinceFirenze, Siena
Tipo di denominazioneDOC
MerceologiaVino

Il Disciplinare della Vin Santo del Chianti Classico DOC

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Vin Santo del Chianti Classico DOC, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare.

I Vitigni della Vin Santo del Chianti Classico DOC

Nella tabella riportiamo i vitigni che rientrano nella composizione ampelografica delle tipologie di vino della denominazione Vin Santo del Chianti Classico DOC. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole varità della Guida ai Vitigni d’Italia di Quattrocalici.

Le Tipologie Vini della Vin Santo del Chianti Classico DOC

I disciplinari delle denominazioni di origine dei vini prevedono una o più “Tipologie di vino” coperte nell’ambito della stessa denominazione. La tabella riporta tutte le tipologie previste dalla denominazione Vin Santo del Chianti Classico DOC, ottenute vinificando le uve dei vitigni autorizzati nell’ambito della stessa denominazione. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole tipologie di vino, nelle quali si possono trovare tutti i dettagli relativi ai procedimenti di vinificazione e alle caratteristiche organolettiche dei vini.

Le Cantine nel territorio della Vin Santo del Chianti Classico DOC