Gamba rossa - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno gamba rossa

Il vitigno Gamba rossa

Il vitigno Gamba rossa è meglio consosciuto con il sinonimo locale "Gamba di Pernice" anche se l'unico sinonimo riconosciuto ufficialmente è "Imperatrice dalla gamba rossa". Il vitigno deve il suo nome singolare al fatto che il raspo, prima dell’inizio dell’invaiatura (colorazione dei grappoli che precede la maturazione) è di un colore rosso vivo e ricorda anche nella forma le zampe delle pernici, che in quel periodo popolano i vigneti. Questo vitigno è ancora presente su "piede franco" in quanto sopravvissuto miracolosamente al  disastro provocato tra fine Ottocento e primi del Novecento dalla filossera che ne fece scomparire molti altri. E' una varietà di vite da sempre presente tra i filari del comune di Calosso e dei comuni limitrofi Costigliole d’Asti e Canelli, tutti nel sud Astigiano, e ha rischiato l'estinzione prima di essere "riscoperta" e portata a nuova vita poco più di dieci anni fa. E' presente nel registro nazionale varietà di vite dal 2007.
 

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Gamba Rossa N. 403 Imperatrice dalla Gamba Rossa 2007 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Gamba rossa

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Caratteristiche vino:

Il vitigno Gamba rossa dà un vino dal colore rosso granato mediamente carico. Al naso è intenso, speziato e balsamico, con note di pepe verde ed altre essenze orientali; fruttato con note prevalenti di confettura e di ciliegia sotto spirito. Al palato è asciutto, di corppo, giustamnte tannico, spesso con un finale fortemente minerale, con il ritorno delle sensazioni speziate avvertite al naso.

Denominazioni in cui il vitigno è presente


DOC
Piemonte: