Forgiarin - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno forgiarin

Il vitigno Forgiarin

Il vitigno Forgiarin ha origini incerte, anche se si ritiene molto probabile che il nome derivi dal paese di Forgaria (UD). Questo vitigno a bacca nera era coltivato nella zona di San Daniele, Spilimbergo e Maniago; ora la sua presenza è limitata all'area di Pinzano e Castelnuovo dove rappresenta un'importante testimonianza della storia enologica locale. Il vino che se ne ottiene è spesso morbido, leggermente amabile a seconda delle annate. Presenta un'ottima armonia nel rapporto tra alcol, acidità e  tannini, e può ricordare il Pinot nero dell'Oltrepò o un Lago di Caldaro (Schiava), con le stesse caratteristiche di facilità di consumo e di piacevoli sensazioni. Il vino ottenuto dal  vitigno Forgiarin esce dai canoni tradizionali ed è un vino tutto da scoprire.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Forgiarin N. 321 Pordenone, Udine 1992 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Forgiarin

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Forgiarin ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: piccola, pentagonale, tri o pentalobata.
  • Grappolo: medio,tronco conico e corto, alato e mediamente compatto.
  • Acino: medio, ellissoidale Buccia: molto ricca di pruina di colore nero-blu.

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Forgiarin ha vigoria media e maturazione medio-tardiva.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Forgiarin dà un vino di colore rosso rubino non intenso, con riflessi violacei e tendenza a virare all'aranciato dopo breve invecchiamento. Al naso è intenso, vinoso, non molto fruttato con note di sottobosco, mandorle tostate e a volte di muschio. In bocca è morbido e lievemente amabile.

Denominazioni in cui il vitigno è presente


IGT
Friuli-Venezia Giulia: