La guida ai vitigni di Quattrocalici

Schioppettino

Il vitigno Schioppettino e i suoi vini

schioppettino vitigno

Il vitigno Schioppettino è un antico autoctono del Friuli-Venezia Giulia, le cui origini risalgono al medioevo. E’ stato citato per la prima volta nel 1282. Il nome Schioppettino deriva dal suo antico nome friulano, “Scopp“, il quale è a sua volta da ricondursi al croccare dei suoi acini, oppure al fatto che la sua elevata acidità un tempo provocava la fermentazione malolattica in bottiglia, facendone esplodere il tappo. Lo Schioppettino, è chiamato anche Ribolla Nera e oggi è il più noto autoctono friulano a bacca nera insieme al Refosco dal Peduncolo Rosso. Nonostante la sua storia millenaria, all’inizio degli anni ’70 il vitigno era pressocchè estinto a causa delle malattie, Oidio prima e Fillossera poi. Molti viticoltori scelsero di sostituire i vitigni autoctoni con vitigni internazionali e lo Schioppettino non figurava neppure nell’elenco delle varietà di cui era consentita la coltivazione.

La zona storica di coltivazione dello Schioppettino è quella di Prepotto, in provincia di Udine, anche se il vitigno è rintracciabile, in maniera più sporadica, in tutta la media collina friulana ed anche in una parte di territorio un tempo italiano, che oggi si trova in Slovenia. Nel 2008, lo Schioppettino ha ottenuto il riconoscimento di un proprio cru: la Sottozona Schioppettino di Prepotto della DOC Friuli Colli Orientali. Lo Schioppettino si presenta con un grappolo grosso, cilindrico, allungato, semplice o alato, mediamente compatto e acini polposi, di media grandezza, con alte concentrazioni di pruina e un colore molto scuro e violaceo. I vini prodotti con lo Schioppettino hanno un corredo aromatico molto interessante e vario, con note finemente speziate. Le versioni giovani sono vini freschi, dal fragrante profumo di frutti di bosco. Sono vini colorati, scuri, moderatamente alcolici e dotati di un buon corpo, discreta acidità e una struttura tannica leggera. Si abbinano con piatti di carne non eccessivamente speziati, verdure e minestre e piatti a base di formaggi, come ad esempio il tradizionale frico.

schioppettino vitigno

Il vitigno Schioppettino è un antico autoctono del Friuli-Venezia Giulia, le cui origini risalgono al medioevo. E’ stato citato per la prima volta nel 1282. Il nome Schioppettino deriva dal suo antico nome friulano, “Scopp“, il quale è a sua volta da ricondursi al croccare dei suoi acini, oppure al fatto che la sua elevata acidità un tempo provocava la fermentazione malolattica in bottiglia, facendone esplodere il tappo. Lo Schioppettino, è chiamato anche Ribolla Nera e oggi è il più noto autoctono friulano a bacca nera insieme al Refosco dal Peduncolo Rosso. Nonostante la sua storia millenaria, all’inizio degli anni ’70 il vitigno era pressocchè estinto a causa delle malattie, Oidio prima e Fillossera poi. Molti viticoltori scelsero di sostituire i vitigni autoctoni con vitigni internazionali e lo Schioppettino non figurava neppure nell’elenco delle varietà di cui era consentita la coltivazione.

La zona storica di coltivazione dello Schioppettino è quella di Prepotto, in provincia di Udine, anche se il vitigno è rintracciabile, in maniera più sporadica, in tutta la media collina friulana ed anche in una parte di territorio un tempo italiano, che oggi si trova in Slovenia. Nel 2008, lo Schioppettino ha ottenuto il riconoscimento di un proprio cru: la Sottozona Schioppettino di Prepotto della DOC Friuli Colli Orientali. Lo Schioppettino si presenta con un grappolo grosso, cilindrico, allungato, semplice o alato, mediamente compatto e acini polposi, di media grandezza, con alte concentrazioni di pruina e un colore molto scuro e violaceo. I vini prodotti con lo Schioppettino hanno un corredo aromatico molto interessante e vario, con note finemente speziate. Le versioni giovani sono vini freschi, dal fragrante profumo di frutti di bosco. Sono vini colorati, scuri, moderatamente alcolici e dotati di un buon corpo, discreta acidità e una struttura tannica leggera. Si abbinano con piatti di carne non eccessivamente speziati, verdure e minestre e piatti a base di formaggi, come ad esempio il tradizionale frico.

vitigno schioppettino
Schioppettino

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Schioppettino è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca nera presenti principalmente nelle regioni Friuli-Venezia Giulia e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1977. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 155 ha.
Colore baccaBacca nera
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Regioni Italiane principaliFriuli-Venezia Giulia
Superfice vitata nazionale155 ha
Anno di registrazione1977
Autorizzato provinceGorizia, Udine
Schioppettino

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Schioppettino sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Schioppettino ha Foglia media, Foglia grande, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Schioppettino ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo lungo, Grappolo cilindrico. Ali nel grapppolo: 0 o 1 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Schioppettino ha acini Acini di dimensione media, con buccia Buccia molto pruinosa, Buccia consistente, Buccia spessa e di colore Buccia blu-nera.

Schioppettino

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Schioppettino sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Schioppettino è di colore Rosso rubino, . Al palato è Fruttato, vinoso, tannico.

Schioppettino

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Schioppettino le caratteristiche principali sono:
Schioppettino

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Schioppettino risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.