Spergola - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno spergola

Il vitigno Spergola

Il vitigno Spergola deve il suo nome al fatto che i grappoli principali sono sempre accompagnati da un grappolo più piccolo, a mo' di ala. E' presente in Emilia-Romagna nell'area dei Colli di Scandiano e Canossa fin dal XV secolo, anche se negli anni più recenti è stato viavia dimenticato, oppure in altri casi confuso col Sauvignon. E' un vitigno che sembrava quindi condannato all'estinzione, ma che alcuni avveduti viticoltori hanno provveduto a salvare, riproducendolo a partire da alcuni ceppi a piede franco risalenti all'epoca prefilosserica, tramite il metodo dell'innesto su piede americano.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Spergola B. 364 Emilia-Romagna 2002 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Spergola

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Spergola ha le seguenti carateristiche varietali:

  • Foglia: media, trilobata
  • Grappolo: piramidale, alato, mediamente denso
  • Acino: medio piccolo Buccia: Pruinosa, di colore giallo-verdastro.

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Caratteristiche vino:

Il vitigno Spergola dà un vino dal colore giallo paglierino scarico con tenui riflessi verdolini. Al naso è caratterizzato da note floreali e fruttate di mela verde. Al palato è fresco, armonico e dotato di buona persistenza.

Denominazioni in cui il vitigno è presente