Wildbacher - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno wildbacher

Il vitigno Wildbacher

Il vitigno Wildbacher è originario della Stiria, in Austria. E' presente da tempo immemore in quella regione, e si ritiene fosse coltivato sin dall'epoca celtica. Sicuramente i primi riferimenti storici datano al XVI secolo. Attualmente in Stiria viene utilizzato per produrre un vino chiamato Schlicher. E' presente anche nel Veneto dove in genere viene utilizzato in uvaggi, soprattutto in provincia di Treviso, ma alcuni produttori lo stanno proponendo anche in purezza, ottenendo un vino rosso fresco e di facile beva.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Wildbacher N. 303 Treviso 1980 Internazionali, Locali

Caratteristiche del vitigno Wildbacher

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Wildbacher ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: medio-piccola, orbicolare, trilobata
  • Grappolo: piccolo, cilindrico, con un'ala, serrato
  • Acino: piccolo, sferico Buccia: consistente, ricca di pruina, di colore nero-blu

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Wildbacher predilige siti ben esposti e ventilati, data la sua sensibilità alle avversità atmosferiche e all'attacco delle muffe.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Wildbacher ha maturazione tardiva e produttività scarsa e poco costante, a causa della sensibilià del vitigno alle avversità atmosferiche e alla tendenza al facile ammuffimento dei grappoli.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Wildbacher dà un vino rosso rubino intenso, con naso fruttato e note di more e piccoli frutti rossi. Al palato è fresco, di medio corpo, adatto alla vinificazione in rosato, non molto predisposto a lunghi affinamenti.

Denominazioni in cui il vitigno è presente