La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Pignolo è di antiche origini Friulane. Infatti già dal medioevo sono giunte notizie dell'esistenza di un vino con questo nome, che veniva prodotto nelle campagne attorno a Udine. Pignolo deriva da "pigna", e sono diversi i vitigni il cui nome ha questa radice, e spesso sono confusi uno con l'atro. Il Pignolo friulano viene spesso confuso con la Pignola valtellinese, che poco ha in comune a parte l'etimologia del nome e il colore della bacca. Il Pignolo è solo friulano: in particolare veniva originariamente coltivato nelle zone attorno all'Abbazia di Rosazzo e ha rischiato seriamente l'estinzione. Alcuni produttori lungimiranti, nella zona tra Rosazzo, Buttrio e Premariacco hanno contribuito a salvare questo vitigno ed i vini che se ne ottengono si distinguono per qualità e longevità.

Pignolo

Informazioni sul vitigno

Colore baccanera
Categoria vitigniautoctoni
Anno di registrazione1977

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

piccola, trilobata, pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

compatto, corto, cilindrico. Ali nel grapppolo: nessuna.

Caratteristiche dell'acino

piccoli, di forma sferoidale, con buccia spessa, pruinosa e di colore blu-nera.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Pignolo è di colore Rosso rubino, trasparente. Al palato è Caldo, fruttato, tannico, persistente, rotondo.

Caratteristiche colturali e produttive

Epoca maturazionetardiva
Vigoriamoderata
Produttivitàscarsa, regolare

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri & Accessori