L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Prosciutto di Modena DOP

Prosciutto di Modena DOP

La Prosciutto di Modena DOP è una denominazione DOP della regione Emilia-Romagna, relativa alle province di Modena. La denominazione Prosciutto di Modena DOP per la merceologia Salumi esiste dal 1996 ed è una delle più importanti DOP della regione Emilia-Romagna.

Caratteristiche prodotto

La denominazione di origine del “Prosciutto di Modena” DOP è riservata esclusivamente al prosciutto le cui fasi di produzione, dalla salagione alla stagionatura completa, hanno luogo nella zona tipica di produzione. Il prosciutto di Modena è ottenuto esclusivamente dalla coscia fresca di suini nati, allevati, e macellati nelle seguenti regioni: Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Piemonte, Molise, Umbria, Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio, secondo le prescrizioni produttive contenute nel disciplinare. I suini devono essere macellati in ottimo stato sanitario e dissanguati secondo le migliori tecniche di produzione, non prima del nono mese dalla nascita. E’ esclusa l’utilizzazione di verri e scrofe. Le particolari caratteristiche organolettiche e qualitative del prosciutto di Modena rispondono ai seguenti requisiti: a) forma a pera, con esclusione del piedino ottenuta con l’eliminazione dell’eccesso di grasso mediante rifilatura ed asportazione di parte delle cotenne e del grasso di copertura; b) peso minimo non inferiore a chilogrammi sette; di norma ricompreso tra gli otto e dieci chilogrammi; c) colore rosso vivo del taglio; d) sapore sapido ma non salato; e) aroma di profumo gradevole, dolce ma intenso anche nelle prove dell’ago; f) consistenza caratteristica della carne dell’animale di provenienza.

Dettagli della denominazione

Creata nel1996
RegioneEmilia-Romagna
ProvincieModena
Tipo di denominazioneDOP
MerceologiaSalumi

Argomenti correlati

  •  
  • Contatti professionali

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social