Gli articoli sul vino di Quattrocalici.it

Conoscere il Vino

"Conoscere il Vino" è la sezione del portale Quattrocalici.it dedicata alla Cultura del Vino e dell'Enogastronomia. Gli articoli di questa sezione sono classificati a seconda dell'argomento e inseriti in un indice consultabile che permette di navigare tra le varie voci che compongono la sezione. L'insieme degli articoli va a comporre una vera e propria Enciclopedia a disposizione del professionista e dell'appassionato, che si arricchisce giorno dopo giorno con il contributo di esperti nei diversi campi dell'Enogastronomia. Clicca il pulsante qui sotto per collegarti alla sezione

I nostri articoli sul Vino

In questa pagina elenchiamo gli ultimi articoli pubblicati dai nostri autori. L'elenco è in ordine cronologico (primo articolo:ultimo in ordine di pubblicazione). I temi sono i più vari, dall'enologia, alla degustazione, all'enografia, all'abbinamento cibo-vino. La maschera di ricerca permette di selezionare le specifiche tematiche.

I Cloudy Bay

I Cloudy Bay

La baia in cui sfocia il fiume Wairau, nella contea di Marlborough, all'estremità nord-ovest dell'isola del Sud, fu chiamata Cloudy Bay, baia nuvolosa, dal capitano Cook nel 1770 durante il suo primo viaggio nelle terre e nei mari del nuovo mondo. Si racconta che, a causa di un violento temporale, l'acqua del mare trasparente e cristallina divenne, ad un tratto, scura ed intorbidita ( è questa la traduzione in senso figurato del termine “cloudy”) dalla terra e dai detriti che aveva trasportato il fiume Wairau.

L'Erbaluce

L'Erbaluce

L' Erbaluce, uno dei sette vitigni italiani il cui nome è indissolubilmente legato al territorio, si produce solo nel Canavese. Vino bianco sorprendente e profondo, capace di raggiungere notevole complessità, è stato tra i primi vini italiani ad ottenere la doc nel 1967. 

Quel "Diavolo" di un frate

Quel "Diavolo" di un frate

Le bollicine... quando apriamo la bottiglia, il gas presente sotto il tappo si disperde velocemente e l'equilibrio, tra anidride carbonica (gas) e il succo d'uva (liquido) che si è formato all'interno della bottiglia per un lungo tempo (affinamento), si rompe: nel tentativo di ristabilirlo il gas presente nel liquido prende la via di fuga verso l'alto... ed eccole! Le

bollicine, il perlage...

Foire aux Vins, altrimenti detta FAV

Foire aux Vins, altrimenti detta FAV

Settembre, tempo di vendemmia e tempo anche di…saldi. Si, di saldi sul vino: questo è proprio il termine esatto (quantunque un po’ svilente) per definire la Foire aux Vins. Letteralmente “la Fiera dei Vini”, è il momento dell’anno in cui tutti gli attori del mercato vinicolo partecipano a una grande operazione di “svendita” delle bottiglie degli anni passati.

Mezzo secolo di Vinitaly

Mezzo secolo di Vinitaly

Chiuso il Vinitaly da un paio di mesi tiriamo le somme di questo mercato, analizzando i risultati ottenuti e riflettendo sui numeri da capogiro che in cinquant’anni è riuscito a muovere.

Vinitaly 2016

Vinitaly 2016

Anche la 50esima edizione di VInitaly ha ottenuto uno straordinario successo, sia a livello di business che di risonanza sui media. Grande attenzione è stata messa da parte degli organizzatori nei confronti dei buyers esteri, allo scopo di migliorare ulteriormente il già straordinario risultato del 2015, con l'84% di essi che dichiarava di aver individuato nuovi fornitori in fiera ed il 72% con ordini di acquisto effettivamente realizzati.

Il Terroir: L'Essenza nel Bicchiere

Il Terroir: L'Essenza nel Bicchiere

Il Terroir, la sua essenza, ciò che lo identifica sono le basi che danno vita ad ogni cosa. 
Nei ricordi dell'infanzia, ce n'é uno tra tanti, che riesce ad esprimere in maniera marcata questo concetto fondamentale. 
Seguivo molto spesso mio nonno nei vigneti di proprietà, mi piaceva guardare, imparare, essere immerso in quei profumi caratteristici, scanditi dalle varie stagioni, che identificavano le varie fasi fenologiche della vite. 

La Barrique: Il diavolo o l'acqua santa per i vini bianchi?

La Barrique: Il diavolo o l'acqua santa per i vini bianchi?

La botte nasce come uno dei primi mezzi di trasporto di liquidi e non solo… 
I Babilonesi la usavano costruita con legno di palma, i Romani preferirono la terracotta, ma è con l'arrivo dei Galli, che si insediarono nell'attuale Borgogna, che la qualità della botte come “ vigneron” si diffuse in tutta Europa.

Il Dolcetto, "un eterno incompreso"

Il Dolcetto, "un eterno incompreso"

In questo articolo vi parlerò di un vino che è sempre stato, e ad oggi a volte lo è ancora, in alcuni casi acclamato e in altri messo nel dimenticatoio...perché?  Vi starete domandando, semplice, perché questo vino è sempre stato associato a poca qualità, gusto dozzinale e nel peggiore dei casi declassato a vino da usare per cucinare. In realtà, e oramai è cosa nota a tutti, siamo sempre stati di fronte ad un vino che nel suo DNA ha sempre posseduto le qualità per non essere considerato una "seconda scelta".

Il Timorasso tra Loira e Graves

Il Timorasso tra Loira e Graves

Timorasso, vitigno autoctono delle colline tortonesi e novesi, è rinato a nuova vita e sta usurpando la palma di primo vitigno bianco al blasonato Cortese di Gavi. Abbandonato con l'arrivo della filossera e degli eventi Mondiali, il Timorasso fu cullato e protetto da pochi “vigneron” che continuarono a coltivarlo ed a credere in un vitigno assai difficile da gestire ed ancora più da vinificare.

Pagine