L’ATLANTE DELLE DENOMINAZIONI DI ORIGINE di Quattrocalici

Garda DOP

La Denominazione

Alto Crotonese DOP

La denominazione di origine protetta “Garda” è riservata all’olio extravergine di oliva e può essere accompagnata da una delle seguenti menzioni geografiche : “Bresciano”, “Orientale”, “Trentino”.
La denominazione di origine controllata “Garda”, accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Bresciano”, è riservata all’olio extravergine di oliva ottenuto dalle varietà di olivo  Casaliva, Frantoio e Leccino per almeno il 55%. Possono, altresì, concorrere altre varietà presenti negli oliveti in misura non superiore al 45%.  La denominazione di origine controllata “Garda”, accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Orientale” è riservata all’olio extravergine di oliva ottenuto dalla varietà di olivo Casaliva o Drizzar per almeno il 50%.  La denominazione di origine controllata “Garda”, accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Trentino” è riservata all’olio extravergine di oliva ottenuto dalle seguenti varietà di olivo presenti da sole o congiuntamente, negli oliveti: Casaliva, Frantoio, Pendolino e Leccino per almeno l’80%.
La zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata “Garda” accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Bresciano” comprende il terridtorio di diversi comuni in provincia di Brescia; la zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata “Garda” accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Orientale” comprende diversi comuni nelle provincie di Verona e Mantova; la zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata “Garda” accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Trentino” comprende, diversi comuni della provincia di Trento.
L’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata “Garda” accompagnata dalla menzione geografica “Bresciano” deve rispondere alle seguenti caratteristiche: colore: dal verde al giallo; odore: di fruttato medio o leggero; sapore: fruttato con leggera sensazione di amaro e piccante; acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a grammi 0,6 per 100 grammi di olio;
L’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata “Garda” accompagnata dalla menzione geografica “Orientale” deve rispondere alle seguenti caratteristiche: colore: verde da intenso a marcato, con modeste variazioni della componente del giallo; odore: fruttato leggero sapore: fruttato con sensazione di mandorla dolce; acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a grammi 0,6 per 100 grammi di olio;
L’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata “Garda” accompagnata dalla menzione geografica “Trentino” deve rispondere alle seguenti caratteristiche: colore: verde con riflessi dorati; odore: di fruttato leggero con sensazione erbacea; sapore: sapido, delicatamente fruttato; acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a grammi 0,5 per 100 grammi di olio.

Garda DOP

La Denominazione nei dettagli

Creata nel1997
RegioneLombardia
ProvincieBrescia, Mantova, Verona, Trento
Tipo di denominazioneDOP
MerceologiaOlio di Oliva
Garda DOP

Il Disciplinare della denominazione

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Garda DOP, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.