Produzione italiana vino per regione

La produzione di vino in Italia nel 2015 suddivisa per regione

0
610

Con i suoi 49 milioni di ettolitri di produzione di vino (2015) l’Italia è, a parità di merito con la Francia (media ultimi 5 anni) il maggior produttore di vino europeo. I dati ISTAT rivelano che, cionondimeno, la produzione vinicola italiana è arretrata, in termini quantitativi, di circa il 7% negli ultimi 3 anni. E’ chiaro che, a fronte di ciò, il fenomeno dell’incremento qualitativo della produzione e quindi del suo valore in termini economici e a scapito della quantità, è un dato di fatto. Questo vale sia per i paesi produttori ed esportatori di vino, che per i paesi importatori (e quindi basicamente soprattutto consumatori). Così come già visto per le statistiche di produzione di vino europee e mondiali, anche suddividendo l’Italia per regione le prime quattro regioni produttrici di vino (Veneto, Emilia-Romagna, Puglia e Sicilia) sommano il 60% della produzione nazionale. Nel corso degli anni ci sono stati degli avvicendamenti tra le 4 posizioni, dovute a fattori geografici  o stagionali, ma nel lungo periodo si ha un andamento di tipo abbastanza omogeneo. Questo vale anche per le regioni più piccole/a minor produzione, per le quali non si riscontrano scostamenti significativi nelle singole aree, almeno negli ultimi 4 anni.

CONDIVIDI
Previous articleProduzione mondiale vino per nazione
Next articleProduzione italiana vino per categoria denominazione

Laureato in Chimica, Sommelier con interessi in campo biochimico ed enologico, appassionato di Enografia e storia del Vino e della Vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici.it nel 2011 ed è l’autore della struttura e del progetto del portale, nonchè della struttura e dell’impostazione della maggior parte dei suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell’enogastronomia.