Altitudine

La vite e l'altitudine

L’altitudine gioca un ruolo importante per la coltivazione della vite, soprattutto a quote particolarmente elevate, caratterizzate da aria più rarefatta e pressioni parziali dell’ossigeno inferiori rispetto a quelle del livello del mare. La vite generalmente viene coltivata dal livello del mare fino ad un massimo di circa 1000 metri di altitudine, anche se esistono rimarchevoli eccezioni a questa regola. In Italia, i vigneti della Valle d’Aosta arrivano spesso anche ad altitudini superiori ai 1300 metri, e casi ancora più estremi sono presenti in alcune zone vinicole poste in altipiani, come in Cile o nel Caucaso. In questi casi vengono spesso scelti vitigni autoctoni che hanno sviluppato una particolare resistenza nei confronti dell’altitudine.

Tutti i contenuti con il termine Altitudine

Vitigni

ARGOMENTI CORRELATI


  • Il Glossario del Vino