I Produttori della Guida Vini di Quattrocalici

Livio Felluga - L'Azienda

L’azianda di Livio Felluga è considerata in tutto il mondo come produttore di vini una pietra miliare dell’enologia friuliana e italiana. Livio Felluga è famoso per la qualità straordinaria dei vini prodotti e per le etichette con l’antica carta geografica dei poderi di proprietà. La vinicola della cantina di Livio Felluga iniziò dopo la guerra, quando riuscì finalmente a realizzare il proprio sogno acquistando dei vigneti vicino a Rosazzo, in provincia di Udine, nella zona dei Colli Orientali del Friuli, che contribuì poi a far diventare celebre e prestigiosa. La sua famiglia, da sempre legata al mondo del vino, produceva Refosco e Malvasia nell’isola d’Istria, in una zona oggi in territorio sloveno. Fin dall’inizio Livio Felluga fu uno dei primi produttori a imprimere in deciso miglioramento qualitativo della produzione. Questo lo consacrerà a patriarca e pioniere della moderna  viticoltura friulana. Il primo imbottigliamento risale al 1956 e i vini si imposero sin da subito come eccellenze del territorio. I figli di Livio hanno proseguito l’opera del padre, innalzando l’attività familiare a portabandiera della regione. Grazie a Livio Felluga e ad altri brillanti produttori che hanno seguito il suo esempio, Rosazzo è ora diventato un mito per il vino italiano, una zona rinomata per la produzione di bianchi e rossi da uve autoctone e internazionali, come il Sauvignon e lo Chardonnay. I vigneti della cantina Livio Felluga si estendono su circa 155 ettari nei Colli Orientali e nel Collio e sono per la maggior parte comprese all’interno della Rosazzo DOCG. Molto spesso le uve vengono assemblate in fase di vinificazione, ottenendo dei veri e propri uvaggi, per accrescere la qualità e la territorialità delle etichette prodotte. Nascono così per esempio il rosso Sossò oppure il Terre Alte, uno dei bianchi più rappresentativi e premiati del Friuli Venezia Giulia, conosciuto in tutto il mondo.

Livio Felluga - La Cantina e i Vini

Livio Felluga Vini
Livio Felluga
Via Risorgimento, 1 - Brazzano - 34071 Cormons (Gorizia)
riesrvato agli iscritticontatti disponibili solo per produttori iscritti

Iscrivi la tua azienda. Arricchisci questa pagina.

Contenuti esclusivi per le aziende aderenti. Il tuo logo, le tue immagini, descrizioni personalizzate della tua azienda e dei tuoi vini e molto altro.

Scrivi un commento sulla cantina Livio Felluga

Valuta il produttore

(0 recensioni)

Livio Felluga - Dove si trova la cantina

La cartina indica la posizione dell'azienda Livio Felluga. Cliccando "Visualizza mappa più grande" puoi ottenere le indicazioni stradali per raggiungere la cantina.

I Premi vinti da Livio Felluga

Riportiamo i principali riconoscimenti ottenuti nel tempo dall'azienda Livio Felluga. Più informazioni sui premi recensiti da Quattrocalici

I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...