La Guida ai vini d'Italia di Quattrocalici

Il Vino Santo del Trentino proviene dalla Valle dei Laghi, collocata tra la punta nord del Lago di Garda e la Val d’Adige. Questa valle è caratterizzata da decine di piccoli laghi di origine glaciale e da un clima mite. Proprio qui si coltiva laNosiola, vitigno autoctono coltivato su soli 100 ettari totale e che rappresenta l’1,5% della produzione di uva della provincia di Trento. Vengono scelti i grappoli più spargoli di Nosiola, quelli che meglio permettono l’appassimento e che vendemmiati tardivamente vengono poi lasciati appassire su graticci collocati in soffitte ben ventilate. L'”Ora” del Garda è un vento che insiste su questa valle e che con la sua azione facilita l’appassimento, che si protrae per oltre cinque o sei mesi, fino alla settimana santa (di cui il nome “Vino Santo”). L’azione di disidratazione è ulteriormente accentuata dalla “muffa nobile” ossia dall’intervento benigno della Botrytis cinerea, che in questo caso si sviluppa esclusivamente all’interno dell’acino e ne accentua la disidratazione, provocando una perdita in peso di oltre l’80%. Da 100 chili di uva nosiola in parte surmatura si ottengono quindi al massimo 15-18 litri di mosto. Il mosto di Vino Santo è poi travasato in piccole botti di rovere dove svolge la fermentazione naturale. A causa dell’elevatissima concentrazione zuccherina la fermentazione del Vino Santoprocede molto lentamente e dura anche fino a sei-otto anni (minimo 50 mesi). Il Vino Santo del Trentino può essere a pieno titolo considerato una perla tra i passiti: nessun altro vino, infatti, viene ottenuto da un procedimento così lungo e la sua produzione complessiva non oltrepassa le 50 mila bottiglie all’anno. Il Vino Santo del Trentino ha un colore giallo dorato con sfumature ambrate, è intenso e ampio al naso, con note passite e di frutta sovramatura come datteri e fichi secchi. Al palato è dolce e piacevole, con una equilibrata gamma di sensazioni che si concludono in un finale vellutato. Al Vino Santo del Trentino sono state sempre tradizionalmente attribuite proprietà terapeutiche. Al di là di questo il Vino Santo del Trentino è particolarmente indicato per accompagnare i dessert a base di mandorle come lo Zelten, il pane dolce fruttato che appartiene alla tradizione Trentina. E’ inoltre eccezionale per accompagnare formaggi erborinati.

>

Le caratteristiche dei vini Vino Santo del Trentino

ColoreBianco
Tipologiepassito
VitigniNosiola
RegioneTrentino-Alto Adige

Denominazioni di origine per i vini Vino Santo del Trentino

I vini Vino Santo del Trentino selezionati da Quattrocalici

Di seguito una lista di vini Vino Santo del Trentino tra quelli prodotti dalle aziende recensite da Quattrocalici. La stellina posta di fianco ai vini indica i vini selezionati e degustati da Quattrocalici.it

>

Argomenti correlati


  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!