L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Oliva di Gaeta DOP


Caratteristiche del prodotto Oliva di Gaeta DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Oliva di Gaeta” è riservata esclusivamente alle olive da mensa, derivanti dalla varietà di olivo “Itrana” (detta anche Gaetana), del tipo nere che rispondono alle condizioni ad ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione.

Descrizione del prodotto
All’atto dell’immissione al consumo l’“Oliva di Gaeta” deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
– Forma: sferoidale;
– Calibro: minimo 12 mm;
– N° di frutti/Kg: non maggiore di 410;
– Colore: da rosa intenso a violaceo;
– Rapporto polpa/nocciolo: non inferiore a 3
– Polifenoli totali: non inferiore a 12 mg/kg;
– Tocoferoli totali: non inferiore a 42 mg/kg.
Inoltre la polpa deve presentare: distacco dal nocciolo netto e completo, consistenza morbida, sapore tipico, lievemente amaro, acetico e/o lattico, colore da rosa intenso a violaceo.
Eventuali difetti delle drupe, quali difetti della pellicola con o senza alterazioni della polpa, raggrinzimento, presenza del picciolo, danneggiamenti di crittogame e/o insetti, sono tollerati nella misura massima del 6 % di prodotto finito.

Delimitazione geografica della zona di produzione
La zona di coltivazione e produzione delle olive a Denominazione di Origine Protetta “Oliva di Gaeta” comprende i specifici territori delle Regioni Lazio e Campania, compresi nelle province di Latina,Frosinone,Roma e Caserta

I Dettagli della denominazione Oliva di Gaeta DOP

Creata nel2016
RegioneCampania, Lazio
ProvincieLatina, Frosinone, Roma, Caserta
Tipo di denominazioneDOP
MerceologiaFrutta

Il disciplinare della denominazione Oliva di Gaeta DOP

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Oliva di Gaeta DOP, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare

Argomenti correlati

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le Regioni del Vino

  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione