Le bevande alcoliche

Le bevande alcoliche diverse dal vino, ottenute per fermentzione, distillazione od infusione



In questa sezione tratteremo delle bevande alcoliche diverse dal vino. Una prima categoria è quella delle Bevande spiritose, intese cioè quelle ottentute dalla distillazione di basi alcoliche (tra cui anche vini), dall’aromatizzazione o infusione di alcol o distillati, il cui tenore alcolico è per definizione legale superiore ai 15°. I vini liquorosi, che a rigore ricadrebbero in questa sezione, sono classificati come tema nella sezione vini.

La distillazione è un procedimento fisico che consente la separazione dei componenti volatili di un fermentato in base al loro diverso punto di ebollizione. La loro condensazione dà origine a prodotti, i distillati, la cui concentrazione alcolica è superiore a quella di partenza. Alcuni esempi sono i distillati di vino (es. Brandy, Cognac, Armagnac), i distillati di vinaccia (grappe) o di prodotti di fermentazione diversi, quali i cereali (es. Whisky).

I Liquori sono bevande spiritose ottenute tramite aggiunta di aromi od infusione di varie basi in alcol etilico o distillati. Alcuni esempi sono l’Amaretto, la Sambuca o il Limoncello.

Le Birre sono una categoria a parte, essendo bevande alcoliche ottenute dalla fermentazione del malto, dell’orzo o di altri cereali, con aggiunta aromatizzante di luppolo e addizionata con anidride carbonica.

L'autore

Laureato in Chimica, Sommelier con interessi in campo biochimico ed enologico, appassionato di Enografia e storia del Vino e della Vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici.it nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale, nonchè della struttura e dell'impostazione della maggior parte dei suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Commenta questo contenuto