Turchetta - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno turchetta

Il vitigno Turchetta

Il vitigno Turchetta è autoctono del Veneto  ed era un tempo molto diffuso sia nella provincia di Padova, come riportato dal Marzotto agli inizi del '900, che nella zona del Polesano, cioè la provincia di Rovigo. Attualmente in via di estinzione, pochi produttori della bassa padovana e del Polesine stanno cercando di recuperarla, anche grazie alle qualità viticole ed enologiche, che lo rendono particolarmente interessante anche per la produzione di vini rossi di grande spessore. 

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Turchetta N. 410 Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza 2007 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Turchetta

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Turchetta ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, pentagonale, pentalobata
  • Grappolo: medio o medio-piccolo, piramidale, alato, mediamente compatto
  • Acino: medio, circolare Buccia: molto pruinosa, di colore blu-nero

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Turchetta ha vigoria media ed epoca di matrurazione media. E' un vitigno rustico, molto resitente ai parassiti e alle malattie La sua produttività è regolare ma non abbondante.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Turchetta dà un vino rosso rubino molto intenso. Al naso è intenso e complesso, fruttato, floreale e speziato, con note di viola e marasca. Al palato è fresco per acidità, giustamente tannico, con un finale di bocca amarognolo.

Denominazioni in cui il vitigno è presente