Pinella - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno pinella

Il vitigno Pinella

Il vitigno Pinella ha origini incerte. Sembra comunque essere stato identificato per la prima volta in Friuli-Venezia Giulia, dove è oggi quasi scomparso. E' invece presente in Veneto, nel Padovano, soprattutto nell'area dei Colli Euganei, dove viene vinificato in genere in uvaggio con altre varietà locali per dare vini giovani, freschi e sapidi.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Pinella B. 192 Pinella bianca, Pinello Padova 1970 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Pinella

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Pinella ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, pentagonale, trilobata
  • Grappolo: medio o piccolo, di forma tronco conica, tozzo, molto compatto e sovente provisto di un'ala.
  • Acino: medio, sferoidale o leggermente ovoidale per l'elevata compattezza Buccia: sottile, poco consistente e poco pruinosa, di colore giallo dorato, che tende al ramato quando è in piena maturazione.

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Caratteristiche vino:

Il vitigno Pinella dà un vino giallo paglierino poco intenso. Al naso è floreale e fruttato con qualche accenno agrumato di pompelmo. In bocca è secco, abbastanza morbido, giustamente sapido e fresco. Ha discreto corpo ed è abbastanza persistente con ritorno al gusto olfattivo dell’ananas. Il finale è leggermente ammandorlato che rende il gusto olfattivo di discreta finezza.

Denominazioni in cui il vitigno è presente


IGT
Friuli-Venezia Giulia:, Veneto:, Trentino-Alto Adige: