Pignola - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno pignola

Il vitigno Pignola

Il vitigno Pignola è un autoctono Valtellinese a bacca rossa che si trova soprattutto nei comuni di Villa di Tirano e Bianzone. La sua origine è molto antica e sembra provenire in origine dal Piemonte. Il suo nome deriva dal fatto che il grappolo ricorda lontanamente una pigna, cosa che lo accomuna ad altri vitigni quali il Pignolo friulano od il Pinot nero. Con quest'ultimo un ulteriore elemento di affinità è costituito dal fatto che la Pignola Valtellinese si presta ottimamente alla vinificazione in bianco. Infatti la polpa degli acini è perfettamente bianca, per cui una pressatura leggera consente di ottenere mosti privi di colore. Vinificato in rosso, entra nella composizione del Valtellina rosso DOC.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Pignola N. 191 Sondrio 1970 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Pignola

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Pignola ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, pentagonale, tri o pentalobata
  • Grappolo: medio-piccolo, cilindrico corto o piramidale allungato, molto serrato
  • Acino:  medio piccolo, sferico   Buccia: pruinosa, sottile e di colore nero-blu

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Pignola ha buona vigoria e maturazione tardiva.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Pignola, vinificato in rosso, dà un vino rosso rubino, di buona fragranza, fresco, un po' tannico, mediamente alcoolico e di corpo, sapido. Vinificato in bianco si presenta persistente ed intenso, con aromi freschi e floreali, al palato morbido e piacevolmente secco. La Pignola vinificata in bianco è inoltre una base ideale per la produzione di spumante a fermentazione in bottiglia.

Denominazioni in cui il vitigno è presente