Petite Arvine - La Guida dei Vitigni d'Italia

petite arvine

Il vitigno Petite Arvine

Il vitigno Petite Arvine è originario del Vallese, in Svizzera, da cui si è diffuso anche in Valle d'Aosta. Secondo una recente ricerca dell'Istituto Svizzero Changin, deriverebbe invece dal ceppo Prié (vedi Prié blanc), autoctono a sua volta proprio della Valle d'Aosta, coltivato in parte anche in Francia. Il vitigno Petite Arvine è così chiamato per via della dimensione dei suoi acini. Ha una particolare predisposizione alla coltivazione in quota, e per questo viene anche soprannominato "vite dei ghiacciai". Sicuramente adatto all'ambiente valdostano, dunque, è un vitigno che si contraddistingue per l'elevata intensità e piacevolezza dei suoi vini, oltre che per una spiccata predisposizione all'invecchiamento.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Petite Arvine B. 310 Valle d'Aosta 1981 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Petite Arvine

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Petite Arvine ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: medio grande, pentagonale, orbicolare
  • Grappolo: medio, piramidale, allungato, spesso bi-alato, compatto
  • Acino: piccolo, sferoidale Buccia: sottile, consistente, pruinosa, di colore verde giallognolo

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Petite Arvine ha epoca di maturazione tardiva, vigoria media, produttività buona e regolare.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Petite Arvine dà un vino giallo paglierino intenso. Al naso è intenso e complesso, floreale, con note di violetta e di glicine. Al palato è fresco per acidità, di corpo. Adatto all'invecchiamento e alla produzione di vendemmie tardive o passiti.

Denominazioni in cui il vitigno è presente