Malbo gentile - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno malbo gentile

Il vitigno Malbo gentile

Il vitigno Malbo gentile ha origini sconosciute, ed è diffuso soprattutto in Emilia-Romagna. E' stato rivalutato nei tempi più recenti, essendone state messe in risalto le notevoli qualità enologiche. E' vinificato sia in purezza, che in uvaggio con i Lambruschi della regione. Se ne ottengono fini frizzanti ma anche fermi. Viene utilizzato anche per la produzione di novelli tramite macerazione carbonica.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Malbo gentile N. 333 Emilia-Romagna, Marche 1995 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Malbo gentile

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Malbo gentile ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, pentagonale, trilobata o intera.
  • Grappolo: grande, piramidale allungato, spargolo con una o due ali.
  • Acino: medio, sferico Buccia: pruinosa di colore nero-blu.

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Malbo gentile ha vigoria ed epoca di maturazione media. La suo produzione è buona e costante.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Malbo gentile dà un vino rosso rubino intenso, con un naso gradevole e fruttato. La sua struttura consente un certo affinamento, pertanto, a differenza dei Lambruschi coltivati nelle stesse zone, può essere vinificato anche in versione ferma.