Maceratino - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno maceratino

Il vitigno Maceratino

Il vitigno Maceratino viene coltivato da secoli nelle Marche e, in particolare, nel Maceratese, da cui il nome, e nelle zone confinanti di Ancona ed Ascoli Piceno, dove concorre come vitigno fondamentale nella produzione dei vini Bianco Piceno e dei Colli Maceratesi DOC. Fa parte con molta probabilità del gruppo dei Greci, antichi vitigni importati in Italia dai primi coloni della Magna Grecia. Tra i suoi numerosi sinonimi c'è anche greco maceratino e greco castellano. La sua presenza è sempre più rara, anche nel suo areale d'origine, molto probabilmente a causa della competizione col Verdicchio, la cui produzione ha caratteristiche enologiche superiori a costi più contenuti, tale da oscurare anche vitigni ben più blasonati.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Maceratino B. 124 Ribona Marche, Umbria 1995 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Maceratino

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Maceratino ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: grande, orbicolare e pentalobata.
  • Grappolo: medio-grande, cilindrico-conico, serrato.
  • Acino: medio, sferoidale Buccia: di medio spessore, consistente, abbastanza pruinosa, di colore giallo-dorato con screziature marroni e ombelico molto appariscente.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Maceratino predilige un allevamento a media e grande espansione con potatura lunga. Tradizionalmente viene allevato maritato all'acero, a"tralciaia", spesso con tirelle.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Maceratino ha una produzione abbondante e abbastanza costante, non è esigente riguardo alla natura del terreno, al clima o all'esposizione. Secondo il biotipo può avere maggiore o minore produttività e diverso grado zuccherino.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Maceratino dà un vino giallo paglierino piuttosto pallido. Al naso solo lievemente profumato. Al palato è neutro, sapido, asciutto, con poco corpo.

Denominazioni in cui il vitigno è presente