Gamaret - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno gameret

Il vitigno Gamaret

Il vitigno Gamaret è un incrocio a bacca nera ottenuto nel 1970 da André Jaquinet presso la stazione federale di Changins da un incrocio tra Gamay e Reichensteiner (vitigno bianco tedesco). È il «fratello minore» del Garanoir, ottenuto partendo dagli stessi vitigni. Il Gamaret si trova soprattutto nei vigneti della Svizzera romanda e del Ticino, e dal 1999 è istritto al Registro nazionale varietà di vite da vino, come varietà autorizzata per la Valle d'Aosta . Ha maturazione simile al Pinot nero ma, contrariamente a quest’ultimo, resiste molto bene al marciume. Può quindi maturare più a lungo sul ceppo, dando origine a vini molto colorati, con aromi speziati e buona struttura tannica. Inizialmente il Gamaret è stato sviluppato per fornire vini da taglio dei vini indigeni, ma strada facendo si è scoperto che può dare origine a vini molto interessanti se vinificato in purezza e affinato in legno.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Gamaret N. 351 Valle d'Aosta 2000 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Gamaret

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Caratteristiche vino:

Il vitigno Gamaret dà un vino rosso rubino scuro. Al naso è fruttato e speziato, con note di mirtillo e pepe nero. Al palato mediamente consistente e di medio corpo, con tannini soffici ed eleganti.

Denominazioni in cui il vitigno è presente