Chardonnay - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno chardonnay

Il vitigno Chardonnay

Il vitigno Chardonnay è uno dei più vitigni a bacca bianca più coltivati al mondo. Attualmente si producono grandi vini con questo vitigno nei luoghi più disparati del pianeta: Nuova Zelanda, Israele, Australia, California, Cile, Argentina, e non da ultima l'Italia. L'origine dello Chardonnay è in Borgogna ed è ormai  così popolare che non ha praticamente sinonimi (tranne Morillon in Stiria). La sua incredibile varietà di componenti aromatiche emerge in modi diversi a seconda dei terreni e dei climi dove viene coltivato. Riesce a produrre vini di buona qualità anche se coltivato con rese relativamente alte, ed a basse rese si ottengono vini di grandissima caratura. La sua precoce germogliatura lo mette a rischio di gelate primaverili, e la buccia sottile degli acini può favorire il marciume. E' dunque fondamentale il momento della vendemmia anche perchè, se troppo avanzata, rischia di dare vini con livello di acidità troppo basso. Lo Chardonnay rientra nell'uvaggio dei migliori spumanti del mondo, ed è inoltre dotato di grandi capacità di invecchiamento. L'Italia vanta una lunga tradizione per la coltivazione della Chardonnay, specie nella fascia subalpina. Oggi viene prodotto in quasi tutta la nazione e si possono trovare ottimi Chardonnay in Piemonte, Friuli, Veneto, Trentino, Valle d'Aosta, Toscana e Sicilia.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Osservazione province Anno ins. Gruppi
Chardonnay B. 290 Benevento, Bolzano Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d'Aosta Bari, Brindisi, Foggia, Gorizia, Lecce, Padova, Pordenone, Taranto, Trento, Treviso, Trieste, Venezia, Verona, Vicenza, Udine Piemonte, Sardegna Belluno, Rovigo 1978 Internazionali, Nazionali, Semiaromatici

Caratteristiche del vitigno Chardonnay

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Chardonnay ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, intera, ondulata e liscia.
  • Grappolo: medio-piccolo, compatto a forma cilindrico-conica, con a volte due ali poco pronunciate.
  • Acino: piccolo, sferoide Buccia: sottile e pruinosa, di colore verde-giallo.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Chardonnay predilige terreni collinari, preferibilmente argilloso-calcarei, climi temperati o caldi, anche se dà ottimi risultati anche in zone fresche e ventilate.

Caratteristiche produzione:

La vigoria dello Chardonnay è elevata, la produttività regolare e abbondante.

Caratteristiche vino:

Dalle uve di Chardonnay si possono ottenere vini sia fermi che frizzanti o spumanti, con gelevata radazione alcolica e buona acidità. Il vino è giallo paglierino non particolarmente carico. Al naso è caratteristico, delicato e fruttato (frutta tropicale, ananas e banana in particolare), in bocca elegante e armonico. Se invecchiato assume note di frutta secca.

Denominazioni in cui il vitigno è presente


DOC
Abruzzo:
Sicilia:
Sardegna:
Trentino-Alto Adige:
Lazio:
Veneto:
Toscana:
Puglia:
Friuli-Venezia Giulia:
Umbria:
Emilia-Romagna:
Marche:
Piemonte:
Lombardia:
Friuli-Venezia Giulia:, Veneto:
Molise:
Calabria:
Trentino-Alto Adige:, Veneto:
Valle d'Aosta:

Sottozone DOC