Cannonau - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno cannonau

Il vitigno Cannonau

Il vitigno Cannonau è il vitigno a bacca nera più diffuso in Sardegna, da cui sembra giunto dalla Spagna durante il dominio aragonese attorno al 1400. Presenta affinità morfologiche con diversi vitigni autoctoni di altre regioni, tra cui il Tocai Rosso (Tai) di Barbarano, la Vernaccia nera di Serrapetrona oppure la Grenache francese, la Garnacha o l'Alicante spagnolo da cui si pensa derivi in linea diretta. Oggi il Cannonau, per quanto queste somiglianze siano evidenti, viene ritenuto a buona ragione un vitigno autoctono Sardo.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Cannonau N. 51 Alicante, Tocai rosso, Garnacha tinta, Granaccia, Grenache, Cannonao, Gamay* Sardegna 1970 Locali, Sinonimi

Caratteristiche del vitigno Cannonau

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno "Cannonau" ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, reniforme od orbicolare, tri o pentalobata
  • Grappolo: ha forma conico-cilindrica, qualche volta alato, serrato o semi-serrato.
  • Acino: rotondo, medio Buccia: sottile e consistente, di colore nero violaceo, molto pruinosa, con polpa e succo lievemente colorato di rosa.

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Cannonau ha produzione abbondante e abbastanza costante. E' molto resistente al clima e ai parassiti..

Caratteristiche vino:

Il vitigno Cannonau produce un vino dal colore rosso rubino più o meno intenso, leggermente profumato. Al gusto può risultare sia abboccato che secco a secondo della tecnica di vinificazione utilizzata.

Denominazioni in cui il vitigno è presente